Molto spesso siamo abituati a pensare ai personal trainer come a persone che puntano a scolpire il tuo corpo e a far emergere i muscoli, ma il caso di Georgina Cox è diverso: lei personal trainer di Middlesborough, Inghilterra, si occupa di salute a 360°, il che significa non lottare costantemente con il grasso corporeo e le naturali imperfezioni, ma imparare ad accettarle e a trovare i nostri punti di forza.

Il suo account Instagram, seguito da più di 100 mila persone, è infatti pieno di post che parlano di body positive, di self acceptance e di quanto sia importante prendersi cura del proprio corpo e della propria mente in toto, senza mirare per forza a un determinato prototipo estetico.

Fra i post più interessanti, c’è questo.

Visualizza questo post su Instagram

It’s OK to be BIGGER than your partner! We have been conditioned to believe that as a woman, we should ALWAYS be SMALLER than a man. We often associate matching or exceeding our partners weight or size with feelings of self hatred. It’s important to remember, just like women's bodies are different, MENS bodies are different too. Male or female, we ALL have completely DIFFERENT genetics, skeletal structures AND metabolisms. These varying factors dictate how our bodies look, meaning weight can look different on EVERYONE. As a woman you can feel like you HAVE to be dainty, petite and small. This narrative has been CONDITIONED in us by everything we consume, women always being shown as the DELICATE counterpart. My favourite tv shows and films growing up would ALWAYS depict a woman with a much smaller frame and a contrastingly much bigger partner. I would see them wearing their partners sweatshirt like a dress, because it was that BIG on them. Being EASILY picked up. Taking up LESS space sitting on their partners knee. I’ve had previous relationships where as the bigger one, I’d WASTE so many hours loathing my body for not being lighter than my partners, questioning HOW they could love my bigger body. Now, I know its OK if my bodies bigger than my partner. Its OK if my body weighs more than my partner. My body is my own. It’s unique, and it’s DESERVING of love regardless of the space it occupies. The size or shape of my body does NOT define the love I am allowed to receive from my partner. The size or shape of my body does NOT define me as a women. I am defined by so much MORE than my body, and so are YOU 💗

Un post condiviso da Georgina Cox (@georginacoxpersonaltraining) in data:

Va bene essere più grandi del vostro partner!

Siamo state condizionate a credere che, come donna, dovremmo sempre essere più piccole di un uomo.

Spesso associamo l’abbinamento o il superamento del peso o della taglia del nostro partner con sentimenti di odio verso noi stesse. È importante ricordare che, così come i corpi delle donne sono diversi, anche i corpi degli uomini sono diversi.

Maschio o femmina, abbiamo tutti una genetica, strutture scheletriche e metabolismi differenti. Questi diversi fattori determinano l’aspetto del nostro corpo, il che significa che il peso può essere diverso per tutti.

Come donna è come se dovessi sempre essere delicata, minuta e piccola. Questa narrazione è stata condizionata in noi da tutto ciò che consumiamo, le donne sono sempre mostrate come la controparte debole.

I programmi televisivi e film che preferisco da grande ritraggono sempre una donna come se fosse molto più piccola rispetto al partner.

Le vedo indossare la felpa del loro partner come un vestito, perché è grande su di loro.

Essere prese in braccio facilmente.

Occupare meno spazio sedute sulle ginocchia dei loro partner.

Ho avuto relazioni precedenti in cui, essendo la più grande fra i due, passavo ore disprezzando il mio corpo perché non ero più leggera del mio partner, o chiedendomi come lui potesse amarmi nonostante il mio corpo.

Ora, so che va bene se il mio corpo è più grande di quello del mio partner. Va bene se il mio corpo pesa più del mio partner. Il mio corpo è il mio. È unico, e merita amore indipendentemente dallo spazio che occupa.

La dimensione o la forma del mio corpo non definisce l’amore che posso ricevere dal mio partner.

La dimensione o la forma del mio corpo non mi definisce come donna.

Sono definita da molto più rispetto al mio corpo, e lo stesso vale per voi.

Abbiamo voluto intervistarla proprio per questa sua particolarità di contenuti, perché associare i messaggi che Georgina manda con l’idea di personal trainer è piuttosto inusuale.

Sei una personal trainer, ma il tuo messaggio non è focalizzato sul fatto che essere magri sia l’unico modo per essere belli, ma perché invece ci sono così tante persone che confondono la salute con l’essere magri?

Come personal trainer ho sicuramente portato la mia esperienza personale e il percorso con il mio corpo nella professione. Come società ci sembra di essere stati condizionati a credere che ‘magrezza’ non significhi solo salute, ma anche felicità. L’industria del fitness è satura di corpi magri e snelli, il che si aggiunge alla presunzione che l’unico modo per essere sani sia quello di avere un aspetto sano.

La salute e la felicità, invece, saranno sempre diverse per tutti. Ognuno ha strutture scheletriche, metabolismo e genetica completamente diversi. Tutti questi fattori influenzano l’aspetto fisico del nostro corpo, il che significa che possiamo fare la stessa dieta e lo stesso esercizio fisico, eppure ottenere risultati diversissimi.

Indipendentemente dai cambiamenti fisici che il nostro corpo ha, dobbiamo partire dal presupposto che il cambiamento è inevitabile. È importante che trattiamo noi stessi e il nostro corpo con gentilezza, indipendentemente dal suo aspetto. Quando si sposta l’attenzione su ciò che il nostro corpo è in grado di fare e su ciò di cui è capace, il suo aspetto non ha più la stessa influenza su di voi!”

In questo post c’è un prima un dopo di te. Perché hai deciso di metterti in gioco in prima persona?

Visualizza questo post su Instagram

Thinking I was looking after my body VS. Actually looking after my body! It’s incredibly difficult to look back at photos from a time when I’d TRICKED myself into thinking I was treating my body with kindness, that I was being “healthy”, all because I was moving my body and eating “good” food. I was exercising every single day, sometimes TWICE a day and “EARNING” everything I ate. After losing 100lbs, I was terrified I would put it back on again if I stopped. Back then, gaining weight meant I was FAILING, it meant I was undoing the hard work I had put in. Despite being the smallest I had ever been in my adult life, it STILL wasn’t enough. When you lose weight it’s so easy to be TRAPPED into feeling like you can’t gain it back, that you can only continue to lose it. Societal pressure and diet culture has BLED so deep into our mindsets that it has lead to so many MISCONCEPTIONS around health and fitness, especially as a woman. This misconception COST me my happiness, my periods and my immune system. When I thought of “being healthy”, I presumed that involved doing EXCESSIVE cardio, RESTRICTING my food and being the SMALLEST version of myself. Now, I realise weights are not RESERVED for men, and neither is strength. My body is CAPABLE of doing things I could of NEVER imagined and I have never felt more EMPOWERED in my body than when I am moving it in a way I love! Food is no longer “good” or “bad”, I know food is an INTEGRAL part of my bodies ability to FUNCTION, something that my body NEEDS every single day, whether I move it or not. Food also exists to be ENJOYED, without guilt! HEALING my relationship with food inevitably resulted in me gaining back over half of the weight I initially lost, BUT, with that weight I also gained strength, mentally and physically, muscle, thicker hair AND my menstrual cycle came back. Gaining weight does NOT make me a failure, because the number on the scale is just A NUMBER. The only weight I care about now is the weight I am LIFTING! Endeavour to find what health looks like to YOU, move your body in a way YOU love, focus on how YOU feel in that incredible body of yours and NEVER let a number control you! ♥️

Un post condiviso da Georgina Cox (@georginacoxpersonaltraining) in data:

Per me, parlare del mio viaggio con il mio corpo e dei miei pregiudizi sulla salute è importante per i miei clienti e per i miei futuri clienti, perché sappiano che ho affrontato le loro stesse difficoltà.

Crescendo, ho pensato che più ero magra, meno spazio occupavo in questo mondo, più sarei stata felice e sana. Ho combattuto con il mio peso e il mio rapporto con il cibo per tutta la vita, arrivando a pesare 95 chili. Attraverso l’esercizio fisico e le restrizioni ho perso più della metà del mio peso corporeo, ma la fiducia che aspettavo con ansia non si è mai materializzata.

Nonostante fossi più magra di quanto lo fossi mai stata nella mia vita da adulta, raggiungendo ciò che pensavo significasse essere ‘sano’, quello è stato il corpo più malsano che io abbia mai avuto. Mi cadevano i capelli, ero stanca e malandata costantemente, e il mio ciclo mestruale si è fermato per un anno intero.

Solo quando ho iniziato a considerare il mio corpo come un luogo d’amore, e non di punizione, concentrandomi su ciò che era capace di fare, ho iniziato a curare il mio rapporto con lui. La guarigione di questo rapporto mi ha fatto riguadagnare un po’ del peso che avevo perso, ma con questo peso ho guadagnato fiducia, capelli più folti, un sistema immunitario funzionante e il mio ciclo mestruale è tornato.

La salute ha un aspetto diverso per tutti e anche la felicità. Mi piace molto aiutare le persone a trovare ciò che la salute significa per loro, non ciò che la società ha detto loro cosa dovrebbe essere!”

Social media, moda, televisione. In quale ordine ritiene che questi strumenti siano pericolosi per i giovani?

Personalmente credo che i social media siano lo strumento più pericoloso per i giovani in questo momento. Mentre crescevo, le uniche persone con cui ero davvero in grado di confrontarmi erano le ragazze della mia scuola. Ora puoi aprire il tuo telefono e confrontarti con milioni di persone in tutto il mondo senza muoverti da casa.

Questi confronti sono raramente basati sulla realtà, ogni immagine è perfettamente filtrata e curata, con la migliore angolazione e la migliore illuminazione possibile. Per non parlare della grande quantità di app disponibili per modificare l’aspetto di qualcuno, non solo nelle immagini, ma anche nei video!

Queste piattaforme hanno creato una visione distorta della realtà, e da giovane non riesco a immaginare la forza mentale che ci vuole per destreggiarsi in questo genere di pressioni, soprattutto quando si tratta di immagini che riguardano il corpo.

Per quanto possano essere pericolose, è importante ricordare che possiamo controllare le cose a cui ci esponiamo“.

Proviamo a spiegarlo ancora: la salute di una persona non dipende dal suo peso. Stare bene non significa pesare meno.

“Il numero sulla bilancia è qualcosa a cui la stragrande maggioranza di noi si sente incatenata. Siamo stati programmati per credere che più piccolo è il numero, migliore è il nostro aspetto, e quindi più saremo felici.

In realtà, il peso sulla bilancia non rappresenta altro che il peso fisico del vostro corpo. Non rappresenta l’aspetto del vostro corpo o la vostra salute, e non dovrebbe controllare la vostra felicità o il rapporto con il vostro corpo.

La diversità del corpo esiste nell’uomo come negli animali, ma il fatto triste è che la diversità non è così redditizia. Siamo stati condizionati a basare la nostra salute e la nostra felicità sui numeri, sia che si tratti del peso sulla bilancia che delle dimensioni dei nostri vestiti.

Togliendo il potere a questi numeri e restituendolo a te stesso, potremmo essere in grado di concentrarci su come ci sentiamo nei nostri corpi, indipendentemente da quali siano questi numeri. Il tuo peso ideale sarà sempre quello in cui sarai più felice, più sano e prospero!

In un altro post parli di un altro genere di stereotipi, quelli che riguardano l’abbigliamento. Perché gli stereotipi sono in grado di imporci come vestirci? Siamo sempre troppo grassi, troppo magri, troppo alti, troppo alti, troppo bassi, troppo giovani o troppo vecchi. E si tratta quasi sempre di donne!

Quando si tratta di abbigliamento, il modo in cui ci sentiamo nei confronti del nostro corpo e l’impatto che la società ha avuto su di noi influenzerà spesso le nostre scelte. Quando ero al massimo del mio peso non avrei mai indossato nulla che rivelasse il corpo e le mie gambe erano per sempre nascoste sotto i jeans e i collant. Questo non è cambiato quando ho perso peso, mi sono comunque limitata.

Quando si vedono solo corpi più snelli e magri che indossano certi vestiti, si presume di poter indossare questi vestiti solo quando si hanno corpi che somigliano a questo genere. Non solo la stragrande maggioranza delle donne che fa da modella per i marchi è magrissima, ma spesso filtri e applicazioni cancellano ogni genere di imperfezione, dalle smagliature alla cellulite.

Il fatto che non vediamo quasi mai corpi diversi, o corpi completamente naturali, fa sì che molte donne credano di essere limitate rispetto a ciò che possono indossare.

La società cercherà sempre di dettare cosa dobbiamo indossare e come dobbiamo apparire. Sta a noi non lasciare che ciò accada, e ciò verrà solo dal permettere a noi stesse di indossare qualsiasi cosa in cui ci sentiamo sicure, qualsiasi cosa in cui ci sentiamo a nostro agio, indipendentemente dal fatto che ci sentiamo o meno ‘ancora abbastanza bene’, perché siamo sempre state abbastanza!

La fiducia per me è contagiosa, vedere qualcuno accettare il proprio corpo può incoraggiare altre persone a fare lo stesso. Potremmo non essere in grado di cambiare ogni pubblicità che vediamo, ma possiamo cambiare il modo in cui vediamo noi stessi, e così facendo aiutiamo chi ci sta intorno a fare lo stesso!

Sfogliate la gallery per leggere i post più belli di Georgina.

'È ok essere più grosse del tuo partner. Io sono molto più del peso sulla bilancia'
Fonte: instagram @georginacoxpersonaltraining
Foto 1 di 9
Ingrandisci
  • Le interviste di RDD