logo
Galleria: Perché le donne di Botero sembrano obese ma non lo sono

Perché le donne di Botero sembrano obese ma non lo sono

Perché le donne di Botero sembrano obese ma non lo sono
Foto 1 di 10
x

Sessant’anni di carriera, quadri venduti in tutto il mondo e una passione per le forme molto voluttuose. Lo stile di Fernando Botero, celebrato artista colombiano, è immediatamente riconoscibile. “Molte persone mi conoscono come il pittore delle ‘donne grasse’ e la cosa non mi disturba”, ha raccontato in un articolo di W Magazine. Quello che forse non tutti sanno, però, è che quello che vediamo non corrisponde esattamente alla realtà. Non sono corpi obesi, ma semplicemente la sua chiave di lettura.

Josephine Hopper, la donna che sacrificò vita e carriera al genio di Edward Hopper

Josephine Hopper, la donna che sacrificò vita e carriera al genio di Edward Hopper

“Nel 1956 ho realizzato il ritratto di un mandolino, con contorni molto generosi, in un contesto con oggetti molto piccoli”, ha raccontato Botero alla rivista. “Il contrasto tra grande e piccolo mi è sembrato molto efficace e da quel momento ha contraddistinto più o meno tutta la mia opera”. Le donne di Botero non sono quello che sembrano, quindi, ma rappresentano i contrasti che lui ama dipingere su tela.