diredonna network
logo
Galleria: “Cosa significa essere una principessa Disney di professione”

“Cosa significa essere una principessa Disney di professione”

"Cosa significa essere una principessa Disney di professione"
Foto 1 di 13
x

Segni particolari: una bellezza rassicurante e dolce, con un tocco di regalità. Ecco perché Melody Ricketts non ha avuto dubbi su cosa volesse diventare da grande, come raccontato nell’articolo scritto per Huffington Post. Principessa Disney per professione, Melody è californiana, ha 22 anni e lavora a feste private e compleanni, ma è anche una tata. La sua è una vera e propria vocazione artistica, visto che da 13 anni canta, recita e balla nei musical.

“Quando ho interpretato il ruolo di Belle in una recita per bambini, a 13 anni, per me è stato come un sogno diventato realtà. Se mi avessero detto che avrei interpretato professionalmente il ruolo di Belle (oltre a un mucchio di altre principesse), per centinaia di bambini e per i loro genitori, non ci avrei creduto. A volte fatico ancora a crederlo, anche se lo faccio da tre anni”.

Melody è giovanissima, ma ha già una certa esperienza sul campo, dato che può calarsi nei panni non solo di Belle, ma anche di Biancaneve, Cenerentola, Ariel, Rapunzel, Aurora, Anna ed Elsa di Frozen. E può persino trasformarsi in Campanellino e Alice, anche se non sono esattamente principesse. La sua preferita? Belle, anche se la più richiesta è sicuramente Elsa.

Da Zara a Jimmy Choo, dalla Sirenetta a Cenerentola: 12 scarpe che piacerebbero alle principesse Disney

Da Zara a Jimmy Choo, dalla Sirenetta a Cenerentola: 12 scarpe che piacerebbero alle principesse Disney

“Durante il weekend la mia auto si trasforma in una carrozza”, ha raccontato Melody, parlando della sua vita da principessa Disney su richiesta. “Bicchieri di Starbucks, borse dei fast-food, disegni già colorati, peluche, bacchette, ali da fatina: faccio fatica a sistemarmi al volante, per colpa della mia gonna a tre strati e della sottogonna”.

Divertente? Non sempre. “Spostarsi a Los Angeles può diventare una vera sfida”, ha spiegato nell’articolo. “Il massimo numero di feste a cui ho partecipato in un giorno è tre. Non so cosa sia peggio, se dover gestire gli sguardi della gente quando entro da qualche parte per cambiarmi o se dovermi cambiare a fatica sul sedile anteriore della mia macchina”.

Come starebbero le principesse con nuove acconciature

Come starebbero le principesse con nuove acconciature

Persino nel mondo di una principessa Disney in carne e ossa non mancano episodi di molestie, talvolta molto imbarazzanti. “Una volta, vestita da Elsa, ero in coda da Starbucks e un uomo mi si è avvicinato da dietro, dicendomi all’orecchio ‘Vuoi costruire con me un pupazzo di neve?’. Ha anche provato (sottolineo la parola “provato”) a sistemarmi la cerniera che secondo lui stava scendendo. Vale la pena aggiungere che era un poliziotto. Accidenti”.

E non è stato l’unico. “Ho ricevuto un mucchio di commenti volgari, sia di persona che on line”, ha rivelato Melody. “La cosa peggiore è che non posso nemmeno difendermi come vorrei, quando sono in costume, perché devo restare sempre nella parte. Una volta, vestita da Aurora, un adolescente ha fatto un commento molto volgare sul mio sedere. Me ne sono andata via in silenzio, anche se dentro di me gli stavo facendo il dito medio”.