Chrysta Bell: la musica, l'arte e il cimitero - Roba da Donne

Chrysta Bell, il Movimento per una Morte Positiva e il cimitero ereditato da papà

Chrysta Bell è una cantante, una modella, un'attrice ma gestisce anche un cimitero ereditato dal padre: ecco come si effettuano le sepolture.

Chrysta Bell è una delle artiste più interessanti che, negli ultimi anni, partendo da un pubblico di nicchia, è stata conosciuta da un segmento più ampio grazie alla sua partecipazione alla terza stagione di Twin Peaks nel 2017.

Cantautrice-sirena – per la sua voce meravigliosa e le forme sinuose che al regista David Lynch parvero quelle di un’aliena – dalle incredibili idee che vengono trasposte in musica, Chrysta è così diventata anche un’attrice.

Nella storia di Chrysta Bell c’è pero un dettaglio estremamente interessante che riguarda la sua famiglia. Il padre dell’artista è morto e le ha lasciato in eredità un cimitero. Ma non un cimitero come quelli cui siamo abituati a pensare, dove avviene la tumulazione in bare zincate, con i corpi trattati con sostanze chimiche per impedire il rapido declino: il cimitero di Chrysta aderisce infatti ai dettami del Death Positive Movement.

Questo movimento sensibilizza a una sepoltura naturale: in altre parole, che le persone siano seppellite senza ricorrere a sostanze chimiche e che i corpi vengano posti nella nuda terra, in modo da tornare a essa diventando concime. È così che le persone vengono sepolte nel cimitero di Chrysta Bell – anche il padre è «tornato alla polvere» in questo modo. In vita, l’uomo, prima di possedere un cimitero, faceva però un lavoro molto diverso.

Mio padre era un dentista, e così mio nonno e il mio bisnonno – ha raccontato Chrysta in un’intervista a Io Donna – Ma non si riconosceva in quell’eredità familiare, era sempre in cerca di qualcosa per se stesso, come me. Così ha iniziato a prendersi cura di un cimitero dove c’erano delle tombe molto vecchie, e ha deciso di trasformarlo in un cimitero poco costoso, dove i corpi dei defunti vengono sotterrati senza bare e senza i trattamenti chimici e i veleni che si usano nei cimiteri tradizionali. […] Mio padre […] ha creato un luogo dove chiunque può riposare in armonia con la natura, dove i corpi possono ricongiungersi con quest’ultima. Quando è morto abbiamo sepolto il suo corpo nel terreno come lui aveva fatto con altri, e un giorno anche il mio corpo sarà lì con il suo, e diventeremo alberi, piante, fiori. È un pensiero che mi rasserena.

Sfogliamo insieme la gallery per scoprire la storia e la carriera di Chrysta Bell.

Foto 1 di 10
La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...