logo
Galleria: Chi è Mikayla, la prima donna down a partecipare a Miss Stati Uniti

Chi è Mikayla, la prima donna down a partecipare a Miss Stati Uniti

Si chiama Mikayla Homlgren, ed è la prima partecipante a un concorso di bellezza a livello nazionale che ha la sindrome di Down. Ha partecipato a Miss Minnesota, incantando tutti per il suo spirito e la tenacia con cui insegue i suoi sogni.
Fonte: miss minnesota

Si chiama Mikayla Holmgren, ha 22 anni, abita a Stillwater, nel Minnesota, e fa la modella. Fin qui niente di eccezionale, parliamo di una ragazza giovane che sogna di sfondare nel mondo della moda. Ciò che contraddistingue Mikayla da tante coetanee, però, è il fatto che lei sia stata la prima ragazza con sindrome di Down a partecipare all’ultima edizione di Miss Minnesota, che si è svolta il 26 novembre 2017 all’Ames Center di Burnsville, spettacolo che fa parte del circuito di Miss USA.

Qui Mikayla si è aggiudicata il premio Spirit of Miss USA e il Director’s Award, portando alla ribalta, una volta di più, la realtà delle persone affette da trisomia 21, che chiedono solo di poter aver una vita normale, equiparata in tutto e per tutto a quella degli altri. “Voglio mostrare agli altri cosa significhi l’inclusione e che anche coloro che hanno necessità speciali possono inseguire i propri sogni”, ha dichiarato la ragazza a BuzzFeed, che ha raccolto la sua testimonianza dopo la partecipazione al concorso di bellezza.

Mikayla, che balla da quando aveva 6 anni e attualmente studia ancora nel Programma di apprendimento e sviluppo inclusivo della Bethel University (anche se prevede di laurearsi nel 2018), aveva vinto il Minnesota Miss Amazing, un concorso dedicato proprio alle persone con disabilità, nel 2015, ma il suo sogno era sempre stato quello di poter prendere parte a una gara di maggior prestigio, assieme alle ragazze normodotate. Così, quando ha trovato una mail nella sua casella di posta elettronica riguardante Miss Minnesota, ha fatto pressioni sulla mamma affinché le permettesse di partecipare.
Ho scritto che aveva la sindrome di Down e pensavo che non l’avrebbero accettata, ma gli organizzatori mi hanno risposto che volevano che Mikayla partecipasse al concorso“, spiega Sandi, la mamma della ragazza, al magazine. “Non mi rendevo conto che avrebbe fatto parte del concorso Miss USA e Miss Universo, e mi ci sono volute un paio di settimane per rendermi conto dell’enormità della cosa e del motivo per cui fosse tanto importante per lei“.

Fai sorridere le persone ogni volta che parli, sorridi, balli” le ha detto Denise Wallace Heitkamp, ​​direttrice esecutiva di Miss Minnesota, mentre la premiava con lo Spirit Award. “Trasudi lo spirito di Miss USA restando sempre fedele a te stessa e mettendo gli altri al primo posto. Hai altruismo, umiltà e la capacità di superare gli ostacoli con il sorriso sul volto e l’emozione nel cuore“.

In effetti, la generosità verso gli altri è molto importante per Mikayla, che è anche ambasciatrice di Best Buddies, un’organizzazione no profit che si occupa proprio di promuovere l’integrazione e l’acquisizione di competenze da parte di persone con evidenti problematiche di sviluppo fisico o cognitive.

Il sogno di Mikayla si è realizzato, almeno la prima parte; dato lo spirito della ragazza, infatti, potremmo aspettarci di vederla presto su altre passerelle, ad esempio quella di Miss Stati Uniti.

Chi è Mikayla, la prima donna down a partecipare a Miss Stati Uniti

Chi è Mikayla, la prima donna down a partecipare a Miss Stati Uniti
Foto 1 di 6
x