logo
Galleria: “Non sono né maschio né femmina: com’è vivere da persona non binaria”

"Non sono né maschio né femmina: com'è vivere da persona non binaria"

Si definisce una persona non binaria, in continua evoluzione, alla ricerca dell'accettazione e della felicità. Quella che ha trovato essendo se stess*. Britt ci insegna che, alla fine, tutti siamo in cerca delle solite cose, indipendentemente dalla nostra identità sessuale.
Questo contenuto fa parte della rubrica “Le interviste di RDD”

La lingua italiana, così ricca di sfumature e con un lessico tanto complesso, sorprendentemente non è provvista di un genere neutro come accade, ad esempio, in quella inglese.

Se questa può sembrare una bazzecola linguistica, non lo è alla luce del fatto che moltissime persone non si identificano in un genere sessuale ben definito e riconducibile alle desinenze “a” o “o”; per questo, abbiamo scelto di usare un asterisco nelle desinenze delle parole parlando con Britt-Mr. Blix Snow, che abbiamo intervistato per conoscere la sua storia e la sua esperienza da persona non binaria.

Prima di tutto, partiamo proprio dalla definizione che dà di se stess*

Mi definisco una persona non binaria / trans / queer. Non mi adatto al sesso maschile o femminile. Io resto da qualche parte lì, nel mezzo“.

Il passo successivo è cercare di capire quando si sia accort* di non identificarsi in nessun genere specifico, da dove siano sopraggiunte questa maturità e presa di consapevolezza.

Mi sono res* conto di essere ‘divers*’ in giovane età. Ho fatto coming out come ‘gay’ quando ero al college (2012/2013). Non ho capito di essere non binari*/ trans fino a circa un anno fa. Sapevo da molto tempo che il mio genere differiva da quello degli altri, ma fino a qualche tempo fa non avevo neppure il linguaggio adatto per identificarmi più accuratamente. Non mi identificavo con il fatto di essere femmina, ma non mi identificavo nemmeno con il ruolo di transessuale. Trovo difficile definirmi al 100% perché sento di essere in continua evoluzione, e non escluderò mai, per certo, nulla per definire me stess*.

Perché, secondo te, ci sono ancora così tanti pregiudizi sulla sessualità e il genere sessuale?

Penso che ci siano così tanti pregiudizi sulla sessualità e il genere a causa della paura. Penso che le persone che giudicano e cercano di distaccarsi da tutto questo arrivino da luoghi dove viene insegnata loro la paura… Oppure temono di non capire l’esperienza di qualcun altro, o che l’identità di qualcun altro possa avere ripercussioni per la propria identità personale. Penso che ci sia sicuramente una mancanza di comprensione per quanto riguarda la comunità LGBTQ+.

Gli esseri umani tendono a temere l’ignoto e a temere cose che sembrano diverse dalla loro comprensione del mondo.

Britt-Mr. Blix Snow adesso è finalmente felice della sua vita.

Il privilegio di esprimere pienamente me stess* e di riconoscermi per la persona che sono è davvero incredibile e molto salutare. Cerco di sfidare continuamente le mie convinzioni sul mondo e di cercare di guardare le cose oggettivamente pur includendo l’esperienza umana. Penso che più cerchiamo di capire qualcuno o qualcosa che è così radicalmente diverso dalla nostra esperienza – più ci avviciniamo all’amore, alla pace e all’armonia.

E ha un messaggio molto bello e potente da indirizzare a chi ancora vede, nel genere e nell’identità sessuale, un tabù di cui non parlare o da ridurre a uno schema preciso e ben definito.

L’unica cosa che voglio dire è che va bene non comprendere appieno le esperienze di qualcun altro. Va bene che ci siano delle differenze tra tutti noi. Vorrei sfidarli a guardare dentro questo mondo che loro percepiscono come un tabù. La realtà, però, è che solo chi è veramente interessato a connettersi con gli altri e trovare soluzioni comuni può davvero lavorare su se stesso, sfidando le vecchie credenze per capire meglio gli altri e il mondo che ci circonda. È giusto fare errori, è giusto cambiare le convinzioni, ed è giusto fare domande. Incoraggio anche quelli che non capiscono a fare le proprie ricerche.

In gallery abbiamo tradotto alcuni dei post più significativi di Britt/Mr. Blix Snow.

“Non sono né maschio né femmina: com’è vivere da persona non binaria”

"Non sono né maschio né femmina: com'è vivere da persona non binaria"
Foto 1 di 7
x
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...