L'appello per ritrovare il padre mai conosciuto su Facebook

L'appello: "Aiutatemi a trovare mio padre: mamma lo incontrò a Rimini nel '69"

L'appello: "Aiutatemi a trovare mio padre: mamma lo incontrò a Rimini nel '69"
Sanny Biemans Facebook
Foto 1 di 5
Ingrandisci

Questo è un appello su Facebook per ritrovare il padre mai conosciuto di Sanny e Halle, due gemelle olandesi che stanno cercando di ricostruire il loro albero genealogico a partire da una foto. Anno: 1969. Luogo: Rimini (almeno così credeva Sanny: poi si è scoperta essere Riccione).

Nello scatto che Sanny Biemans ha pubblicato sul suo profilo Facebook c’è una bella ragazza con lo sfondo di un albergo durante una vacanza italiana: sua madre biologica.

Ed è da qui che la ricerca di questo padre mai conosciuto è cominciata, tra indizi e ricostruzioni del luogo in cui Truus, questo il nome della mamma delle due gemelle Sanny e Halle Biemans, ha avuto una fugace relazione estiva con Italo.

Mi chiamo Hella Biemans e Sanny Biemans e sono olandese. Nell’agosto del 1969 mia madre andò in vacanza Rimini, si chiamava Truus. Li incontrò un ragazzo italiano che si chiamava Italo.
Lui le scrisse delle poesie romantiche sul suo diario. Quando lei tornò a casa scoprì di essere incinta di due gemelle, mia sorella ed io.
Noi fummo adottate da una famiglia olandese.
Nel 1997 scoprimmo l’identità della nostra madre biologica, ma lei era già morta così non potemmo conoscerla e non poté dirci nulla riguardo a nostro padre.
Qualcuno di voi riconosce questa storia?
Sally e Halle non hanno molti indizi, se non un diario del 1969 con sopra impresse poesie scritte a mano da un certo Italo. Le due gemelle olandesi, che non hanno conosciuto neanche la loro vera madre e sono state adottate da piccole, sanno che quella vacanza è stata galeotta e sperano che quel ragazzo che scriveva parole d’amore sul diario di Truus sia il loro padre biologico. E soprattutto che sia ancora vivo.
A Mashable Sanny ha raccontato di aver ricevuto la foto della sua vera mamma e il diario con la calligrafia di Italo nel 1997, dopo la scoperta dell’identità di Truus. Lei e Halle hanno conosciuto le zie, sorelle della madre, che hanno consegnato loro questi piccoli indizi e confermato la gravidanza di Truus al ritorno dall’Italia.
Sotto il post gli utenti Facebook si sono scatenati. Mentre scriviamo sono più di 1400 le condivisioni dell’appello di Sanny e i commenti in italiano l’hanno aiutata a ricostruire la location dello scatto: non Rimini, ma Riccione. Alcuni osservatori attenti hanno infatti riconosciuto la sagoma di un albergo della spiaggia e le hanno dato i contatti del bagno corrispondente (il 108), per cercare di capire come si chiamasse e a chi appartenesse nel 1969.
"Quando me ne sarò andato": questo padre ha lasciato a suo figlio un messaggio lungo tutta una vita

Sanny dal canto suo è sicura di avere origini italiane e vuole a tutti i costi scoprire chi è Italo e se è ancora vivo. Per chi non ha mai conosciuto i propri genitori biologici, aggrapparsi anche al più piccolo aiuto è fondamentale per ricostruire le proprie origini. Tra i commenti di Facebook più di una volta è comparso il suggerimento di contattare programmi come C’è posta per te di Maria de Filippi o Chi l’ha visto?, spesso ottimi supporti per mettere insieme i puntini e ricavarne un’immagine non più sfocata.

Sanny e Halle sono ancora a caccia della verità su quell’estate italiana del 1969. Chi era Truus, chi era Italo (e, se sono fortunate, chi è ancora) sono le domande a cui vogliono dare risposta. Una foto e un paio di poesie trascritte su un quaderno, un luogo e un anno sono i loro unici indizi. Che, forse, gli restituirà il padre che non hanno mai conosciuto e la storia di come sono state concepite.

Sfogliate la gallery per saperne di più.