logo
Stai leggendo: Presentatore o Pompiere? Ecco i 10 Lavori Più Stressanti del 2016

Presentatore o Pompiere? Ecco i 10 Lavori Più Stressanti del 2016

Sarà più stressante organizzare un evento o lavorare nella Polizia? Una ricerca ha stilato una classifica dei 10 lavori più stressanti del 2016 e alcune posizioni ci hanno decisamente sorpreso!
Fonte: Web/Abc
Fonte: Web/Abc

Il sito americano di ricerca lavoro Careercast ha stilato una classifica dei 10 lavori più stressanti nel 2016. Lo stress sul lavoro può variare grazie a diversi fattori ma può anche essere è soggettivo: un lavoro che molto semplice per un collega magari non lo è per noi e questo ci porta a stressarci più del dovuto e ad arrivare la sera distrutti fisicamente e mentalmente.

Per creare questa classifica Careercast ha valutato, con un punteggio in percentuale da zero a cento, le professioni più stressanti in base ad 11 fattoricompetitività, numero delle trasferte, retribuzione annua, esigenze fisiche, scadenze, esposizione al pubblico, condizioni ambientali, conta dei rischi, responsabilità per la vita di qualcun’altro, contatto con il pubblico e potenzialità di crescita.

Mentre alcuni lavori ci saltano subito in mente per la costante responsabilità per le vite altrui e in contemporanea un grande rischio per la propria, altri lavori sono stressanti a causa di scadenze, contatto con il pubblico o competitività.

1. Militare

Fonte: Ansa
Fonte: Ansa
  • Livello di stress: 84.78

Il militare è risultato essere la professione più stressante ed è facile capire il perché. In poche parole lavorare per l’esercito significa venire addestrati, imparare le tecniche per combattere, venire frequentemente spediti in un paese straniero ed essere pronti a battersi con le forze nemiche, cosa che spesso include uccidere, guardare le spalle dei propri compagni, proteggere e assistere a situazioni di violenza e terrore. Si rischia la vita ogni giorno e si può capire perché sia un lavoro stressante.

2. Pompiere

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Livello di stress: 60.59

Come per i militari, anche i pompieri ad ogni turno rischiano la vita per salvare qualcun altro (sì, anche un gattino su un albero). Il loro lavoro consiste nell’entrare in edifici in fiamme o a rischio, nel momento in cui tutti cercano di uscirne oppure prestare il primo soccorso in situazioni pericolose dove nessuno si vorrebbe trovare, come incidenti stradali e frane e alluvioni. Decisamente un bel carico di responsabilità!

3. Pilota di linea

Fonte: 43airschool.com
Fonte: 43airschool.com
  • Livello di stress: 60.46

Non rischiano la vita in modo diretto ma hanno la responsabilità per la vita di centinaia di passeggeri ad ogni tratta! Il pilota di linea sorprendentemente è risultato al terzo posto dei lavori più stressanti, a pochissima distanza dalla professione del pompiere. Per quanto la tecnologia ci stia aiutando e gli aerei sono quasi totalmente automatizzati, il pilota ha la piena responsabilità dei comandi. Volare a miglia da terra con un centinaio di persone che si fidano di te per arrivare sani e salvi dall’altra parte del mondo può decisamente causare stress.

4. Poliziotto

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Livello di stress: 53.82

Anche il corpo della Polizia mette a rischio la propria vita ad ogni turno per proteggere qualcun’altro o semplicemente ristabilire l’ordine pubblico. La Polizia ha il dovere di rispondere ad ogni chiamata e non si sa mai come può evolvere la situazione.

5. Organizzatore di eventi

Fonte: Stocksy
Fonte: Stocksy
  • Livello di stress: 49.93

L’organizzatore di eventi è la prima professione che non coinvolge la responsabilità di vite altrui a farcela nella Top 5 dei lavori più stressanti del 2016. La maggior parte dello stress causato da questo mestiere è dato dalle scadenze, il contatto con il pubblico (come fornitori o ospiti), dalla pressione derivata dalle richieste del cliente e dalla necessità di risolvere problemi nel minor tempo possibile e con la minor incidenza di danno. Parecchio stressante, non trovate?

6. Addetto alle Pubbliche Relazioni

Fonte: iStock
Fonte: iStock
  • Livello di stress: 48.46

La professione di addetto alle pubbliche relazioni è certamente uno dei lavori più stressanti in quanto di grande responsabilità. Oltre a dover rispettare scadenze, risolvere problemi in modo tempestivo e dover interagire con persone diverse contemporaneamente, è un campo molto competitivo. Gli addetti alle pubbliche relazioni sono costantemente sotto pressione, poiché responsabile dell’immagine positiva di un personaggio noto, un’azienda o un agenzia governativa ad esempio. Sono loro le persone che, in caso di crisi, devono mantenere la calma e dare delle risposte, quindi se non trovate lo stress “eccitante”, non è il lavoro che fa per voi!

7. Dirigente d’azienda

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Livello di stress: 47.46

Si pensa sempre che una volta arrivati in vetta ci si potrà rilassare: errato! Il dirigente d’azienda compare come uno dei lavori più stressanti nel 2016 in quanto occorre essere preparatissimi su diversi fronti, come andamento della borsa, innovazioni tecnologiche o nuove normative ad esempio. Allo stesso tempo si è sotto costante pressione nel prendere decisioni che incideranno sull’intera azienda e i sui dipendenti.

8. Presentatore radio e Tv

Fonte: ABC
Fonte: ABC
  • Livello di stress: 47.30

Lavorare come presentatore radio e TV è risultato essere un lavoro molto stressante. La principale causa? Si è costantemente sotto l’occhio del pubblico e ogni mossa, frase detta male, errore viene subito riportato e può costare il posto.

9. Giornalista

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Livello di stress: 46.76

La professione del giornalista sta diventando uno dei lavori che causano maggiore stress in particolare per le paghe sempre più basse a fronte di ore di lavoro sempre più alte. In particolare lavorare per la carta stampata è diventata una sfida giornaliera poiché molti giornali stanno chiudendo o ridimensionando il personale a favore dell’online e non ci sono più le sicurezze di un posto fisso per questa categoria.

10. Tassista

Fonte: Web
Fonte: Web
  • Livello di stress: 46.33

Avete presente quanto ci stressiamo noi anche solo per una mezz’ora nel traffico? Pensate che i tassisti ci stanno tutta la giornata! Gli autisti di taxi passano il loro turno di lavoro confinati nel loro cubicolo, attraversano la città con il traffico o ad alta velocità per arrivare a destinazione il prima possibile e viaggiano con qualsiasi condizione atmosferica in quanto “darsi malati” equivale a non ricevere lo stipendio. Lavorano di notte e nei week-end e, girare con una cassa all’interno del loro veicolo, li rende molto vulnerabili a rapine e aggressioni.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...