logo
Stai leggendo: La pensione si allontana: in fase di armonizzazione la riforma del governo Monti. Calcola quando avrai la tua cliccando qui

La pensione si allontana: in fase di armonizzazione la riforma del governo Monti. Calcola quando avrai la tua cliccando qui

è in fase l'armonizzazione della riforma pensionistica del governo Monti. L'età per accedere alle pensioni aumenta anno dopo anno. Scopri quando sarà il tuo momento! (Se ci sarà)

Notizia di poche ora fa, la riforma delle pensioni del governo Monti è in fase di armonizzazione, assicurando così un processo di incremento dei requisiti minimi di accesso al pensionamento.

Questa riforma prevede in primo luogo che ai lavoratori che maturano il diritto di pensione a fine anno sarà applicata la normativa prevista prima dell’entrata in vigore del regolamento di armonizzazione della riforma pensioni 2012. Inoltre si prevede che i lavoratori che matureranno i requisiti a decorrere dal 1 gennaio 2013, non avranno le c.d. “finestre mobili” annuali. 

La pensione di vecchiaia aumenterà i requisiti, bilanciando quelli che sono gli attuali requisiti anagrafici a quelli previsti per la generalità dei lavoratori. L’età è quindi compresa tra i 60 e i 65 anni e l’elevazione dell’età anagrafica avviene con gradualità. Per la pensione anticipata invece viene prevista una penalizzazione sulla quota retributiva di trattamento rispetto alle anzianità contributive maturate prima dell’inizio di quest’anno, pari ad un punto percentuale per ogni anno di anticipo rispetto all’età di 58anni fino al 31 dicembre 2018 e di 59 anni dal 1 gennaio 2019. Una riduzione che porta due punti percentuali per ogni anno di anticipo rispetto ai due anni e che rimane anche nel caso di rideterminazione del trattamento pensionistico al termine del periodo di permanenza ausiliaria. Coloro inoltre che maturano i requisiti di età e anzianità contributiva previsti dalla previgente normativa entro il 3 dicembre 2012, avranno diritto ai trattamenti previsti dalla norma attiva in precedenza. Il regolamento di armonizzazione delle novità introdotte con la riforma pensioni 2012 ha stabilito che per accedere alla pensione, per i lavoratori di cave, torbiere e miniere è previsto un aumento di un anno dell’età pensionabile (da 55 si passa a 56). Nel 2013 poi i lavoratori poligrafici dipendenti di aziende in crisi avranno un incremento a 35 anni effettivi di lavoro per il raggiungimento della pensione, superando l’abbuono di tre anni precedentemente fissato: un requisito contributivo ulteriormente incrementato a 36 anni dal primo gennaio nel 2015 e a 37 nel 2018.

 

La pensione si allontana quindi di anno in anno per tutti.

Vuoi calcolare la tua pensione? clicca qui e potrai ricevere il calcolo gratis e senza impegno!

 

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...