Viaggi al femminile: vacanze per sole donne

Arriva l’estate e si avvicinano le tanto agognate vacanze. Che voi siate alla ricerca di relax o di tempo da dedicare ai vostri figli, queste strutture garantiscono un’offerta turistica modellata attentamente sulle esigenze femminili: beauty kit in ogni camera, aree benessere, babysitter disponibile 24 ore su 24, serate a tema, la possibilità di usufruire di trattamenti estetici e corsi di cucina e perfino gli accessori per il cucito.

Single e ancora alla ricerca della tua metà? Potreste sfruttare l’occasione per trascorrere le vostre ferie in un albergo esclusivamente dedicato al gentil sesso. Direi che ce n’è per tutti i gusti

Dove sono questi alberghi? Il primo albergo esclusivamente per donne, l’Hotel Artemisia, è stato aperto nel 1989 a Berlino. Un esperimento in quello che allora era un settore sconosciuto e dal risultato incerto, ma che negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede in tutta Europa e anche in Italia.

Risale al 2006, infatti, la nascita del Consorzio ‘Alberghi per le donne’ in Emilia Romagna, che oggi si è esteso anche alle Marche e ricerca partner in tutta Italia. L’offerta garantita dagli alberghi aderenti al Consorzio è standard, troverete sempre un phon nella vostra camera e occasioni di divertimento per i vostri figli, in più si possono anche richiedere servizi aggiuntivi come convenzioni con centri sportivi della zona o corsi di cucina e ballo.

La scelta adatta per chi per piacere o per lavoro vuole ritrovarsi in un ambiente familiare e sentirsi totalmente a proprio agio. Anche le grandi catene cavalcano l’onda: in alcuni degli Hotel della catena Best Western troverete l’offerta ‘Love promise for woman’ che assicurerà informazioni sui negozi e sui centri benessere più vicini, prodotti di bellezza, bollitore con tisane, phon e piastra in ogni stanza delle proprie ospiti.

E in alcuni alberghi della catena Holiday Inn troverete l’opzione ‘Ladies Room’ con servizi appositamente dedicati a noi. E gli uomini dove li mettiamo? L’obiettivo di questi alberghi è rivolgersi a un settore di nicchia, proponendo un’offerta modellata sulle esigenze di noi donne, ma non per questo preclusa al cosiddetto ‘sesso forte’. Gli uomini sono i benvenuti a patto che si sentano pronti a immergersi in un mondo decisamente femminile.

Le strutture ricettive dedicate esclusivamente alle donne non si limitano solo al settore alberghiero. Numerosi sono ad esempio gli ostelli per sole donne che si possono trovare nelle maggiori città italiane ed europee. Da citare è l’ostello ‘Plus Florence’ al centro di Firenze in cui un intero piano, il Plus Girls, è riservato alle ragazze cui piace viaggiare zaino in spalla. Grandi bagni e ampi specchi, kit da bagno e informazioni specifiche per le ospiti, rendono l’offerta di questo ostello decisamente unica nel suo genere.

Per chi decide o deve rimanere in città, segnaliamo sempre a Firenze il B&B Borgo Pinti, a due passi da Santa Croce ma riservato solo alle non fumatrici, e la Foresteria Orsa Maggiore a Roma, gestito dalla Casa Internazionale delle donne. Per chi è alla ricerca di una vacanza a base di relax, a Orvieto, in Umbria, c’è Terra di Lei, un camping ma non solo, prima di tutto un’associazione culturale, dove da giugno a settembre si può soggiornare in tenda o in cottage e prendere parte a una delle tante iniziative culturali promosse: laboratori, seminari, concerti, con un’ottica decisamente femminile. E nel profondo sud dell’Italia, in Salento, c’è la possibilità di campeggiare o di soggiornare nella Masseria Le Sciare, un luogo creato dalle donne per le donne, un’oasi di pace a due passi dal mare nella provincia di Lecce.

Perché scegliere un albergo per sole donne? Decidere di passare qualche giorno in queste strutture vuol dire coccolarsi con servizi pensati esclusivamente per il benessere e il relax femminili, luoghi che mettono al centro della loro offerta noi donne, con la speranza che sempre maggiori attenzioni vengano dedicate alle nostre esigenze, non solo nel settore turistico.


Articolo originale pubblicato il 15 Maggio 2012

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!