Molte mamme provano a fare dei corsi di acquaticità poco dopo il parto insieme ai loro piccoli: è un’esperienza bellissima di relazione (in vasca si entra con il proprio bambino), un momento speciale di contatto mediato dall’acqua.

I neonati stanno in vasca con un genitore e l’elemento acqua assume un’importanza fondamentale per stabilire con il bambino una comunicazione immediata, che si è visto avere un ottimo riscontro anche con bambini disabili.

Oltre all’aspetto di piacere e benessere, l’autonomia natatoria sotto l’anno di età è importantissima per la prevenzione della mortalità infantile per annegamento: i bambini hanno l’opportunità di ripristinare il riflesso di apnea e con esso la capacità di risalire in superficie e di porsi in galleggiamento, anche a pochi mesi.

Godetevi questo video in cui dei neonati si divertono sott’acqua! Ma quanto sono meravigliosi?!

Articolo originale pubblicato il 20 Giugno 2013

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!