logo
Stai leggendo: La Cgil denuncia: ben 9 milioni di italiani “senza occupazione” nell’anno 2012.

La Cgil denuncia: ben 9 milioni di italiani "senza occupazione" nell'anno 2012.

La Camusso ha dichiarato che ben 9 milioni di italiani si trovano in enorme difficoltà: tale numero spaventoso, comprende disoccupati, scoraggiati, lavoratori precari e cassaintegrati. Un allarme che pesa come un macigno, ad un passo dal voto.

La Cgil lancia l’allarme: ben 9 milioni di italiani si trovano in quella che viene definita come area della sofferenza occupazionale, un ventaglio di persone, che comprende, non solo i disoccupati in senso stretto, ma anche i precari, i rassegnati nella ricerca, i cassaintegrati, e persino i part time non volontari.

Gli ultimi tre mesi del 2012, hanno comportato un’emorragia di ben 200mila posti di lavoro in più.

Un tasso di disoccupazione, che torna ad un valore che non sfiorava più da 14 anni, ed i giovani italiani, sono ancora una volta i più colpiti.

L’anno appena conclusosi è stato decisamente nero, nel campo del lavoro, e  quello nuovo ha comportato un 80% delle assunzioni, basate solo su contratti a tempo determinato.

La precarietà, unità ad un’alta disoccupazione regna sovrana.

Speriamo solo che le prossime elezioni, possano far uscire il nostro paese dalla fase più critica, e riportarci verso la crescita economica.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...