logo
Stai leggendo: Ecco qual è la canzone più positiva di sempre: lo rivela la scienza

Ecco qual è la canzone più positiva di sempre: lo rivela la scienza

Sapevamo che la musica potesse influenzare positivamente il nostro umore, ma mai ci saremmo aspettate che qualcuno avrebbe fatto una ricerca per scoprire qual è la canzone che, nella storia della musica, è giudicata quella in grado di far stare meglio le persone! Siete curiose di scoprire qual è?
Fonte: Web
Fonte: Web

Ripetevano spesso le nostre nonne “Canta che ti passa“; e, dopo tutto, nella semplicità di questa affermazione era nascosta anche una grande verità. Perché la musica rappresenta in effetti un viatico fondamentale contro i malumori, le giornate storte, i pensieri e le mille preoccupazioni che affollano quotidianamente la mente di ciascuno di noi .

A pensarci bene, la musica riempie davvero le nostre giornate, in ogni modo e nelle circostanze più diverse: si ascolta in macchina mentre si va al lavoro, nelle cuffie quando si va a correre, per non parlare poi di tutte le volte in cui ci sorprendiamo a canticchiare un motivo che ci è rimasto particolarmente impresso sotto la doccia, o mentre facciamo le pulizie di casa. E la cosa più eccezionale è che basta ascoltare qualche nota delle canzoni che più ci piacciono per ritrovare subito il sorriso, la positività e l’entusiasmo: insomma, la musica è davvero in grado di sconvolgere (in meglio) il nostro umore, permettendoci di accantonare, seppur per pochi momenti, tristezze o nervosismi.

Ma se queste erano cose che già sapevamo, nessuna o quasi di noi avrebbe però saputo indicare qual è la canzone più positiva di tutti i tempi; quella che trasmette energia e vitalità appena parte, il cui ritmo entra nelle vene riportando istantaneamente ottimismo e voglia di fare.

A rivelarla è stata una ricerca commissionata da Alba, azienda inglese specializzata nella produzione di apparecchiature elettroniche, e condotta da un gruppo di studiosi dell’università olandese di Groningen, basandosi su un campione di 2000 inglesi, a cui è stato domandato quale fosse, nella storia della musica, la canzone che più di tutte riuscisse a farli stare meglio.

Curiose di sapere qual è la canzone che si è aggiudicata l’ambito titolo?

Ebbene, secondo lo studio (e le persone intervistate) la canzone che in assoluto trasmette più positività è “Don’t stop me now”, successo dello storico gruppo inglese dei Queen del 1978.

Fonte: Web
Fonte: Web

I motivi che hanno portato il campione preso in esame dalla ricerca a scegliere proprio questa canzone potrebbero trovare una spiegazione in quanto afferma il professor Jacob Jolij, neuro scienziato dell’università olandese a capo della ricerca, che alla redazione americana dell’Huffington Post ha dichiarato:

L’analisi conferma quello che già la letteratura sosteneva in merito: canzoni con toni alti e dal ritmo veloce sono le migliori per trasmettere emozioni positive”

In pratica, per sentirsi bene le persone hanno bisogno di ascoltare canzoni scritte in tonalità maggiori (con pochissime eccezioni)  e con un ritmo di almeno 10 BPM superiore rispetto alla media delle canzoni pop, e questo, volendo riassumere in maniera quasi matematica, potrebbe portare ad una vera e propria formula della ricetta perfetta per ” costruire” una canzone positiva: tono alto, circa 150 beats al minuto ed un testo allegro. Elementi che, evidentemente, sono tutti presenti nella canzone dei Queen.

Ma se è vero che la canzone della band guidata dal mitico leader Freddie Mercury ha vinto a mani basse la speciale gara, c’è da dire che sui gradini più bassi del podio si sono piazzati altri successi storici e completamente diversi rispetto al ritmo travolgente di “Don’t stop me now”: sono state citate, infatti, “Dancing queen” degli ABBA, “Good vibrations“dei Beach Boys e “Uptown girl” di Billy Idol.

Ma cos’è, in realtà, a farci stare bene dell’ascolto di una determinata canzone? Partendo dal presupposto, ormai anche scientificamente verificato, che la musica possa effettivamente cambiare il nostro umore influenzandolo positivamente, il dottor Jolij aggiunge che sono soprattutto le associazioni positive a cui la canzone rimanda a darci la sensazione di positività.

Esistono delle caratteristiche specifiche di un brano che hanno la forza, vera e propria, di sollevare il nostro umore”

Insomma, avete presente quando da adolescenti venivamo lasciate dal nostro fidanzato e decidevamo di rinchiuderci nel nostro “dolore” affogandoci in chili di gelato mettendo su il cd con la compilation delle canzoni più tormentate e sofferte mai scritte nella storia della musica? Ecco, quello era effettivamente il modo migliore per non riprenderci mai più! Quello che avremmo dovuto fare, secondo i risultati della ricerca, per ribaltare completamente il nostro umore e non pensare all’amore finito era far partire “Don’t stop me now” e lasciarci travolgere dal ritmo!

Noi in effetti ci troviamo d’accordo con gli esiti di questo studio, e a risentirla sta venendo voglia di scatenarsi a tutta la redazione! E voi, che ne pensate?

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...