logo
Stai leggendo: Non Solo Sabbia Dorata e Mare Cristallino: le Spiagge più Strane (e Meravigliose!) che Abbiate mai Visto!

Non Solo Sabbia Dorata e Mare Cristallino: le Spiagge più Strane (e Meravigliose!) che Abbiate mai Visto!

Se mate il mare e la spiaggia rimarrete a bocca aperta scoprendo le 7 spiagge più strane e meravigliose del mondo. Non solo bellissime distese di sabbia bianca o dorata affacciate su acque azzurre e cristalline... ma veri e propri miracoli della natura! Sono luoghi unici, spettacolari e magici. Vediamo insieme quali sono.
Fonte: Web
Fonte: Web

Sognate spiagge bianche e incontaminate con mare cristallino e palme sotto cui rilassarvi? Quello che vi proponiamo noi supera davvero ogni vostro desiderio o aspettativa… Luoghi così particolari da non sembrare nemmeno appartenenti a questo pianeta, dove potreste trovare dolci maialini che nuotano felici in un mare azzurro e limpido, spiagge all’interno di crateri vulcanici, acque iridescenti che di notte appaiono come un cielo stellato, sabbia verde, rocce giganti che sembrano uova di drago… luoghi dove magia, natura e anche l’intervento umano hanno creato oasi preziose e uniche, dei veri paradisi terrestri. Pronte a scoprire cosa nascondono le 7 meravigliose spiagge che abbiamo scovato per voi?

1. La spiaggia delle Bahamas dove i maialini nuotano felici

Fonte: Web
Fonte: Web

Se vedete per la prima volta queste immagini strabuzzerete un po’ gli occhi… non è una cosa consueta, infatti, vedere dei bei maialini rosa nuotare (?!) felici dentro acque azzurre e cristalline. Non è un sogno, esiste davvero un posto dove questi animaletti vivono tranquilli e indisturbati godendosi il mare, il sole, e le coccole dei turisti. Si tratta di Big Major Cay (anche nota come Pig island) una piccola isola delle Bahamas. Rimane il mistero sull’origine del gruppo di maialini selvatici che ora abita l’isola… secondo la versione più accreditata, alcuni marinai avrebbero lasciato le bestiole alla spiaggia con l’intento di tornare e farli diventare un succulento pasto… ma per qualche ignota ragione non tornarono mai sull’isola con grande gioia dei simpatici animaletti che sono diventati una  vera attrazione turistica.

2. La spiaggia di conchiglie bianche in Australia

Fonte: Web
Fonte: Web

60 chilometri ricoperti da milioni di minuscoli gusci bianchi. Si chiama Shell Beach, “spiaggia delle conchiglie”, e si trova a sud di Denham, in Australia. Questo candido manto prosegue in profondità per circa 10 metri. Ciò significa che anche immergendo le mani, non troverete altro che conchiglie! L’acqua turchese e limpida fa da contorno a questa meraviglia naturale. Nel mondo ci sono altre spiagge come questa. Una è in Italia, si tratta della spiaggia di quarzo a Is Arutas, Oristano, in Sardegna.

3. La spiaggia “nascosta” nelle Marieta islands

Fonte: Web
Fonte: Web

Hidden beach, la spiaggia nascosta, è situata in luogo ameno, raggiungibile solo in barca e, nell’ultimo tratto, a nuoto. Si trova sulla sponda messicana del Pacifico, a largo della costa di Puerto Vallarta. L’arcipelago delle Marieta Islands, dove si trova la spiaggia, è davvero un luogo da sogno, formatosi, con tutta probabilità, a seguito dell’intensa attività vulcanica della zona. La spiaggia è stata per molti anni utilizzata per esperimenti militari dal Governo messicano fino a che un gruppo di attivisti riuscì a far dichiarare la zona come area protetta e, in seguito, anche patrimonio dell’Unesco.  Le sue acque sembrano contenere una grandissima varietà di pesci con circa 103 specie diverse che nuotano indisturbate nel mare cristallino. Una vera meraviglia della natura da vedere almeno una volta nella vita. Che ne dite?

4. La spiaggia verde delle isole Hawaii

Fonte: Borepanda.com
Fonte: Borepanda.com

Una distesa di sabbia verde ricopre questa meravigliosa spiaggia delle Isole Hawaii. Si chiama Papakolea beach ed è una delle due spiagge verdi esistenti al mondo (l’altra si trova a Guam, in Giappone). A prima vista parrebbe un prato di erba fresca, invece, si tratta proprio di sabbia. Il colore verde è dato dai micro cristalli di olivina di cui è costituita. L’origine di questo “prodigio” della natura è una serie di eruzioni vulcaniche di lava basaltica.

5. La spiaggia che sembra un cielo stellato alle Maldive

Fonte: Borepanda.com
Fonte: Borepanda.com

C’è un’esauriente spiegazione scientifica sull’origine di questa spettacolare striscia di mare luminescente… ma il primo pensiero è davvero che questa meraviglia sia opera di una magia! Un cielo stellato sul mare che di notte  fa brillare la costa dell’isola di Vadhoo alle Maldive di fronte a increduli visitatori. Questa bioluminescenza è causata da  fitoplancton, un insieme di organismi presenti nel plancton che utilizza la radiazione del sole come fonte di energia. Questi microrganismi rispondono ai segnali elettrici, reagiscono ai fattori di disturbo come il movimento e producono luce. Esistono anche altri luoghi nel mondo dove è possibile osservare lo stesso fenomeno ed è possibile fare un bagno in questo “miracolo” della natura. Vi piace l’idea?

6. La spiaggia con le uova di drago della Nuova Zelanda

Fonte: Web
Fonte: Web

Le Moeraki Boulders, anche chiamate”uova di drago“, sono rocce gigantesche di forma sferica che arrivano a misurare fino a 3 metri di diametro e cospargono una spiaggia della Nuova Zelanda. Queste formazioni sono state originate da sedimenti marini risalenti a circa 60 milioni di anni fa. Questo sito geologico, davvero unico e originale, è diventato nel tempo una popolare meta turistica. La leggenda tramandata dai maori vuole che le sfere siano i resti del carico (ceste tonde piene di viveri) di una mastodontica canoa, arrivati a riva dopo un naufragio.

7. La spiaggia di sassolini di vetro multicolore in California

Fonte: Web
Fonte: Web

Glass Beach, letteralmente “spiaggia di vetro”, si trova  a Fort Bragg in California. Questa fantastica distesa di sassolini trasparenti, dai mille colori, è in realtà, una ex discarica. Il tempo e l’incessante opera della natura ha trasformato il luogo in una meravigliosa attrazione per i turisti di tutto il mondo. Per molti anni i residenti del posto hanno utilizzato la spiaggia per scaricare tutta una serie di rifiuti, fino a che la pratica non venne interrotta e il luogo ripulito. Il mare ha pensato al resto, riportando i residui di vetro, abilmente levigati e arrotondati dalle onde, sul litorale. Lo stesso tipo di “sabbia” si trova anche a Benicia, sempre in California, e ad Hanapepe nelle Hawaii.