diredonna network
logo
Stai leggendo: Fragola e Nutella: Il Tribunale Vieta ai Genitori di Dare Questi Nomi Ai Figli

Cacciata dalla piscina per il costume che indossa, il fidanzato si sfoga su Facebook

"Cosa mi ha insegnato il suicidio di mia mamma"

Da Chiara Ferragni a Mila Kunis: brutta bestia l'invidia dei frustrati

Giurarsi amore eterno con gli anelli con le impronte digitali

Il capo lo manda a casa perché indossa i pantaloncini a lavoro: la risposta di questo ragazzo è semplicemente epica!

Arriva la notte di San Giovanni: 6 riti per trovare l'amore e scoprire chi sposerai

Il rimedio giusto all'allergia da fieno? È... il gin tonic! Lo dice la scienza

Meryl Streep: "Ho giurato che non avrei chiesto mai soldi a un uomo"

Oroscopo dal 22 al 28 giugno - Come sopravvivere alle stelle

Eros e Marica hanno ben due anniversari di nozze e... doppia dedica social

Fragola e Nutella: Il Tribunale Vieta ai Genitori di Dare Questi Nomi Ai Figli

Il tribunale vieta a due coppie di genitori di chiamare i figli con nomi decisamente bizzarri. Giusto o sbagliato?!
(foto: Web)
(foto: Web)

Forse ai nomi bizzarri è giusto metterci un bel punto.

Se già in Italia, la decisione di due genitori di chiamare il figlio Venerdì, come l’indigeno di Robinson Crusoe, aveva scatenato diverse polemiche con una successiva ordinanza del tribunale che lo vietava, altri due casi simili hanno suscitato grande perplessità in Francia.
Il tribunale dei cugini tricolore ha infatti proibito a due coppie di chiamare i loro figli “Fragola” e “Nutella”, una scelta dei nomi molto originale e secondo i giudici anche contraria all’interesse dei minori.

Il nome Nutella è stato immediatamente cancellato dai registri dello Stato Civile e i genitori hanno chiamato quindi la bambina semplicemente “Ella”.
Secondo il giudice il nome Nutella

“è contrario all’interesse del bambino che potrebbe in seguito subire beffe e riflessioni dispregiative”.

Sempre in Francia, un’altra coppia ha chiesto che la figlia venisse registrata come “fragola” (in francese Fraise).
Anche in questo caso però il tribunale ha negato la registrazione all’anagrafe.
Attraverso un compromesso la bimba è stata chiamata Fraisine (Fragolina), nome storicamente utilizzato in Francia nel XIX secolo.