diredonna network
logo
Stai leggendo: Donne nemiche delle donne. L’ambizione ci rende più deboli?

Cara Mimì, fossi viva ti uccideremmo ancora

Tutta colpa di Twiggy (e di Mary Quant) se le cattive ragazze indossano la minigonna

L'ultimo post di Noemi e le storie da raccontare ai bambini: "Non è amore se fa male"

Stupro, quando a Tina Lagostena Bassi dissero "fosse stata a casa non sarebbe successo"

Stupro di Firenze: se la colpa è delle donne che provocano gli uomini

"Ho detto sì alle richieste dei miei figli per una settimana ed ecco cosa è successo"

Quei commenti delle donne che odiano le donne più dello stupro

"Cosa è successo con i ragazzi che ho conosciuto su un’app di incontri”

Se lo stupro diventa godimento o qualcosa da augurare a una donna

Il paese in cui stanno scomparendo i bambini affetti da sindrome di Down

Donne nemiche delle donne. L'ambizione ci rende più deboli?

Fiorella Mannoia cantava: " Siamo così dolcemente complicate..." Zucchero poi ci ha dedicato un titolo e un testo meraviglioso: "Donne, amiche di sempre.." ma è davvero così?! Noi donne siamo davvero forti, invincibili e romantiche allo stesso tempo... ma siamo amiche delle altre donne?

“Dietro ad un grande uomo c’è sempre una grande donna” (cit.)

Mi ha sempre affascinata questa frase.. In poche parole è racchiuso un grande significato, solo che spesso le prime a dimenticarcene siamo proprio noi!

E pensare che nel vocabolario italiano le parole più belle sono parole femminili: la felicità, la verità, la maternità, la vita.. la Forza! Tutte parole che descrivono noi donne. Siamo le uniche capaci di alzarci la mattina alle 6.00, fare la lavatrice, mettere a posto la casa, preparare la colazione, svegliare i bambini e portarli a scuola; e poi di corsa a lavoro. Uscire e andare a fare la spesa, tornare a casa e preparare la cena, convincere i figli ad andare a dormire, non prima di avergli raccontato una storia, dedicare del tempo al partner.. Una sola persona 1000 cose in 24 ore!

E gli uomini?! Loro a stento sanno vestirsi da soli e purché supervisionati da una DONNA!

Che belle che siamo. Sempre in prima linea. E pensare che l’arte gira intorno a noi. Poesie, canzoni, pittura… Persino la natura parla di noi. Ci sono mattine che ci svegliamo e una lacrima scende giù. Non preoccupiamoci, non vergogniamoci anche questo fa parte dell’essere donna. E’ normale sentirsi un po’ giù… anzi è proprio un diritto perché è in quel momento che ci ricongiungiamo a noi stesse. Non perché siamo deboli ma perché abbiamo anche la forza di far uscire quelle emozioni che si accumulano nella nostra anima tra una cosa e un’altra.

Il mondo è nostro! Perché?! Beh perché riusciamo a fare 10 cose contemporaneamente, perché non ci spaventiamo di esprimere le nostre opinioni, perché dettiamo stili, moda e costumi, perché combattiamo e spesso vinciamo e perché quando non vinciamo non ci arrendiamo.

Abbiamo lottato per anni per determinare i nostri diritti e ci siamo riuscite, ci siamo imposte con grande coraggio. Solo una cosa dobbiamo rimproveraci.. cosa?! Che spesso non siamo donne per le donne. Dobbiamo coalizzarci e non invidiarci, dobbiamo aiutarci e non silurarci l’un l’altra. Ecco cosa hanno gli uomini in più!

E noi vogliamo dargliela vinta?! MA NON SUCCEDERA’MAI! Questa è l’unica battaglia che ancora dobbiamo vincere! Passiamo molto del nostro tempo aspettando un messaggio, una telefonata, un’e-mail dal tipo carino che ci ha chiesto d’uscire e per questo a volte ci dimentichiamo di noi. E in quel preciso momento loro acquistano quel potere… non perché loro sono più forti o più furbi, semplicemente perché siamo NOI a dargli quel potere.

E allora cosa dovremmo fare?! Dovremmo chiuderci in noi stesse perdendo così la possibilità di trovare l’amore?!

No! La risposta giusta è.. Dobbiamo dare più valore a noi stesse! Come?! Fregandocene un po’ di più, lasciando che siano loro a correrci dietro. La galanteria è morta?! La galanteria l’abbiamo ammazzata noi nel momento in cui non ci siamo più date il giusto valore ed ecco nuovamente il POTERE che passa dalle nostre mani alle loro.

Amiamo un po’ di più noi stesse, siamo donne per le donne e lasciamo che gli uomini siano semplicemente quei ragazzi carini con cui usciamo a divertirci ogni tanto o, nel peggiore dei casi, siano i nostri amorevoli mariti che guardiamo di sottecchi mentre non riescono ad abbinare la camicia alla cravatta! (cosa che per loro è pari alla terza guerra mondiale).