diredonna network
logo
Stai leggendo: Il tumore al seno colpisce una donna su dieci!

Il tumore al seno colpisce una donna su dieci!

Una donna su dieci è colpita dal tumore al seno. Il cancro più frequente in Italia nel 30 per cento dei casi colpisce le donne con meno di cinquant'anni di età. Ma si può guarire. E grazie a una diagnosi precoce si possono evitare anche i danni estetici. Per informare e invitare le donne alla prevenzione la Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt) ha lanciato la campagna Nastro rosa 2012.

Punti prevenzione in tutta Italia

Durante il mese di ottobre i 395 punti prevenzione (ambulatori) Lilt, la maggior parte dei quali all’interno delle 106 Sezioni Provinciali della Lega italiana per la lotta contro i tumori, saranno a disposizione per visite senologiche e controlli clinici strumentali. Per conoscere giorni e orari di apertura dell’ambulatorio Lilt più vicino, in cui effettuare anche esami di diagnosi precoce e controlli, si può chiamare, per informazioni, il numero verde SOS LILT 800-998877 o consultare i siti www.nastrorosa.it o www.lilt.it dove saranno pubblicati anche gli eventi organizzati nelle varie città italiane nel mese di ottobre.

Uno stile di vita più sano

Oltre alle attività di screening, avere delle abitudini salutari secondo gli esperti può aiutare a prevenire il carcinoma mammario. Tra i gesti che possono aiutare: la pratica di una regolare attività fisica, il controllo del peso corporeo, limitare il consumo di alcool, scegliere con cura la propria alimentazione e regolamentare l’assunzione di terapia ormonale dopo la menopausa.

Campagne “forti” per dare una scossa

Nonostante l’incidenza della malattia e la crescita dell’informazione sul cancro al seno, sono molte le donne che sottovalutano i fattori di rischio e non eseguono controlli regolarmente. Ormai da anni, le campagne di prevenzione del tumore al seno cercano di attirare l’attenzione sul problema utilizzando delle campagne ad alto impatto emotivo che non mancano di suscitare polemiche. Ecco alcune foto:
Fonte: tgcom24