diredonna network
logo
Stai leggendo: La vendetta di un marito tradito pochi giorni dopo il matrimonio

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

La maledizione della lotteria: "Ero più felice prima di vincere al Gratta e Vinci"

Svelate le date di uscita di Frozen 2 e Il Re Leone live action

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Il mio ragazzo ha un tumore al cervello. Dovrei sposarlo?"

Stealthing, il pericoloso "trend" sessuale dello stupro "invisibile": "Sono stata violentata senza accorgermene"

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Figlia mia, sopravvivo solo per darti giustizia". Parla la mamma di Tiziana Cantone

La vendetta di un marito tradito pochi giorni dopo il matrimonio

Un marito, dopo aver scoperto di essere stato tradito pochi giorni dopo il matrimonio, ha deciso di vendicarsi sulla moglie fedifraga in modo decisamente originale.
(foto:Web)

Ian Cuthbert è un uomo deluso e ferito.
Il 16 marzo dello scorso anno ha coronato il suo sogno d’amore, sposando l’amata eterna fidanzata Alison Kidd.
Dopo pochi giorni dal fatidico sì, l’uomo scopre che la moglie lo tradisce e decide, senza pensarci due volte, di chiedere la separazione.
La rabbia provata da questa delusione amorosa lo spinge a vendicarsi e lo fa in modo molto originale.
Ian prende una foto della moglie in lingerie e posa sexy, una di quelle classiche foto private di coppia, e decide di creare un manifesto da appendere per la città con lo slogan:

“Sposati il 16 marzo 2013, compie adulterio pochi giorni dopo. Occhio alle vostre mogli”.

(foto:Web)

L’uomo ha poi distribuito volantini con quest’immagine nelle scuole, nelle università, li ha attaccati per tutta la città e anche in periferia.
Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che hanno definito questo atto come un’aggressione.
Ian ora potrebbe essere condannato e nel frattempo il divorzio è quasi definitivo.