diredonna network
logo
Stai leggendo: E se Arisa avesse copiato?

Gli uomini preferiscono le donne formose. Ecco perché!

"Ci siamo conosciuti su un'app di incontri ed è successo l'imprevedibile"

Michelle e Aurora: 20 anni di tenerezze e complicità tra mamma e figlia

Oroscopo dal 20 al 26 luglio - Come sopravvivere alle stelle

Si scatta un selfie con la sorella che sta partorendo e lo posta con queste parole

Chi vorrebbe ricevere una proposta di matrimonio da Starbucks come questa

4 motivi per cui Wonder Woman ci ha davvero stufate

Operazione nostalgia: "Hilary, armoniosa Hilary" torna in TV

Mark, 19 anni, non trova lavoro a causa di questo suo tatuaggio

Frasi auguri matrimonio: 3 idee per essere originali

E se Arisa avesse copiato?

Sembra proprio che Arisa abbia "preso spunto" da un'altra canzone per la sua "Controvento", vincitrice di Sanremo 2014.
E se Arisa avesse copiato?

Twitter non lascia perdere proprio nessuno. Dopo pochi giorni dalla finalissima di Sanremo sembra proprio che anche Arisa abbia fatto la furbetta.

Conoscete Micol Barsanti? A quanto pare l’introduzione della canzone di Arisa “Controvento” è molto molto molto simile a quella di Barsanti intitolata “Entra nel cuore”. Una brutta notizia per Arisa che forse ancora non ha realizzato la vittoria e magari deve già abbandonare il premio.
Basta ascoltare le due canzoni per capire che effettivamente nell’introduzione di Arisa ci sono moltissime note uguali alla canzone di Barsanti, con un ritmo abbastanza simile, cambia solo lo strumento che esegue la scala delle note. Sicuramente non può trattarsi di una semplice coincidenza.
Micol Barsanti ha anche commentato la notizia sulla sua pagina Facebook scrivendo, ironicamente, “Abbiamo Contro-Vinto…!!!”. Anche Red Ronnie ha confermato che, secondo lui, la canzone di Arisa è stata scritta copiando spudoratamente l’introduzione da “Entra nel cuore”. Un’altra coincidenza: l’arrangiatore di Arisa, Giuseppe Barbera, è stato l’insegnante di musica di Micol Barsanti.

La canzone è stata copiata? Se così fosse, Arisa dovrà cedere il primo premio a Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots, che hanno partecipato con la canzone “Liberi o no”.