diredonna network
logo
Stai leggendo: Sanremo 2014: Littizzetto vestirà Gucci e piovono polemiche

La vampiretta è arrivata: per Nikki Reed e Ian Somerhalder è tempo di coccole

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

"A quando le nozze? E i figli?": la risposte di Fedez e Chiara in diretta

Chiara Ferragni: "Io e Fedez, diversi, ma siamo la cosa più bella che ci sia"

Come funziona la pianta mangiafumo?

"Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia": la forza dell'amore di quest'uomo

Melinda Gates: "Perché dobbiamo sostenere e pretendere il controllo delle nascite"

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Il tema del Met Gala 2018 è davvero molto molto controverso

Google shock: "Donne biologicamente diverse, per questo lavoro meglio gli uomini"

Sanremo 2014: Littizzetto vestirà Gucci e piovono polemiche

Si avvicina Sanremo e come ogni anno insieme alle canzoni, spuntano sempre nuove polemiche.Luciana Littizzetto nell'occhio del ciclone per una scelta stilistica. C'è davvero tutta questa necessità di vestire solo Gucci?!
(foto:Web)
(foto:Web)

Mancano pochi giorni a Sanremo e come ogni anno non mancano le polemiche che da sempre accompagnano la kermesse canora made in Italy.
Luciana Littizzetto vestirà Gucci in tutte le serate del 64esimo Festival, e già durante la conferenza stampa ha sfoggiato un abitino marchiato doppia G.
Tutti gli abiti saranno creati su misura per la prima donna del Festival e la notizia ha scatenato non poche polemiche.
“I vestiti pensavo fossero della Coop”
“La ‘compagna’ veste Gucci, mandatela a fare volontariato a Lampedusa, ipocrita …”
“Littizzetto a #Sanremo veste Gucci peccato che #Gucci non sia più italiano… Ottimo direi, con tutti i sarti italiani che ci sono….”
E via dicendo.
Alcune frasi son state pubblicate su Facebook, altre su Twitter.
La Littizzetto è dunque sotto torchio per una scelta politicamente scorretta visto il periodo di crisi.
Una scelta opposta a quella dell’anno precedente dove, la Littizzetto e il suo team avevano deciso di privilegiare giovani stilisti emergenti.
Ma sarà proprio lei a decidere?!?