diredonna network
logo
Stai leggendo: Renzi nuovo segretario Pd: boom di voti.

"Non ci porterete via la libertà": la lezione di Ariana Grande e dei ragazzi d'oggi

Oggi Marco avrebbe compiuto gli anni: le toccanti parole di papà Gianni

Amazon Wardrobe: scegli, prova a casa gratuitamente, poi decidi se comprare

Creazioni in fimo: 3 idee facili, super carine e come realizzarle

Pronte a comprare i mobili Ikea su Amazon?

Internata in una clinica psichiatrica per impedirle di abortire: la drammatica storia di questa ragazza

Maturità 2017: ecco tutte le tracce della prima prova

Sexting, quella "prova d'amore" che può costare la vita

"Perché mi dice che le faccio schifo?": la risposta di Sergio Sylvestre contro gli haters

Jovanotti e la lettera di Pif: "Mi fa schifo chi se ne sbatte dei disabili"

Renzi nuovo segretario Pd: boom di voti.

Primarie PD 2013: quasi 2milioni e mezzo di votanti e la vittoria schiacciante di Renzi.Ma adesso cosa cambia?
(foto:Web)
(foto:Web)

Un’affluenza inattesa, pari quasi 2,5 milioni di votanti e un consenso quasi al 70% per Matteo Renzi, nuovo segretario del Pd.
In queste primarie aperte anche ai non tesserati, il sindaco di Firenze ha letteralmente stracciato i due avversari, Gianni Cuperlo e Pippo Civati.

“Ora tocca a una nuova generazione, che non farà a meno dell’esperienza degli altri, ma tocca a noi guidare la macchina” dichiara Renzi, e a chi lo critica risponde: “Questa non è la fine della sinistra è la fine di un gruppo dirigente della sinistra”.
Renzi è consapevole delle difficoltà che lo aspettano: “Dobbiamo dimostrare di saper vincere. Ora non abbiamo più alibi. Non si vince per prendersi una rivincita ma perché l’Italia ha bisogno di noi. Legge elettorale che garantisca il bipolarismo, tagli di un miliardo ai costi della politica e superamento del bicameralismo perfetto. Da domani (oggi) basta inciuci, dobbiamo far contare i due milioni e mezzo che hanno votato. Non ci daranno una seconda occasione per cambiare le cose”.
Cuperlo e Civati riconoscono la sconfitta ma sono molto ottimisti.

Il padre fondatore Romano Prodi raccomanda a tutti di lavorare ora per raggiungere un obiettivo comune e di formare una squadra unita.
La nuova segreteria del Pd sarà composta da 6uomini e 6donne.

“Ora si cambia pagina. Siamo l’azionista di maggioranza del governo ma finora abbiamo aiutato il Pdl a portare a caso le sue promesse elettorali”. Con la nomina di Renzi a segretario la politica si rinnova almeno dal punto di vista anagrafico. Dal 43enne Alfano al neo segretario dem, passando per il leghista Salvini e Giorgia Meloni, gran parte dei partiti presentano una guida rinnovata e under 50.

Positivi oppure no?