diredonna network
logo
Stai leggendo: Funari, tomba abbandonata a 5 anni dalla morte

Christine Teigen, la foto della supermodella su Twitter: "Ecco le mie normalissime smagliature"

Animalier: dal leopardato al maculato, come indossare la tendenza urban jungle!

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Oysho presenta l'anteprima primavera/estate 2017: scopriamo Midnight romance

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Funari, tomba abbandonata a 5 anni dalla morte

La tomba di Gianfranco Funari è abbandonata e arriva un messaggio all'ex moglie.Lei si difende in un'intervista per il settimanale Oggi.
(foto:Web)

Gianfranco Funari è morto il 12 luglio del 2008.
Dopo 5 anni la sua tomba è abbandonata. Ci sono due foto e un santino, ma per il resto il loculo è in pessime condizioni e qualcuno ha quindi deciso di lasciare un messaggio alla vedova del noto conduttore: “Moglie vergognati”
Il settimanale Oggi ha fatto questa scoperta e ha pubblicato le immagini riprese settimana scorsa.
La vedova, Morena Zapparoli, si difende:
“Non è stato ancora raggiunto un accordo sull’eredità e sulla divisione delle spese con Carlotta, la figlia di Gianfranco… Ci sono spese da affrontare e io non mi vergogno a dire che la mia situazione economica non è florida. Non c’è nessuna ricca eredità da spartire, come qualcuno magari pensa. Ci sono solo la casa di Boissano, in Liguria, la sua vecchia Jaguar, qualche mobile, qualche quadro” una scusa che però non giustifica il suo comportamento disinteressato.

“Se le questioni ereditarie andranno ancora per le lunghe, anticiperò io le spese dell’iscrizione sulla lapide” promette però a Oggi Morena. E cerca di spiegare: “Dopo la scomparsa di Gianfranco, andavo al cimitero tutte le settimane e gli portavo i fiori freschi. Io mi sento la coscienza pulita, non mi importa se qualcuno mi dice di vergognarmi… E non temo di perdere la pensione di reversibilità di Gianfranco, che, tra l’altro, non è affatto ricca. Io prendo poco più di 300 euro al mese, visto che una quota spettava anche alla prima moglie”.