diredonna network
logo
Stai leggendo: Ex ballerina di Amici: “Sono incinta ma il mio ex mi ha picchiata per farmi abortire!”

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Ex ballerina di Amici: "Sono incinta ma il mio ex mi ha picchiata per farmi abortire!"

L'ex ballerina di Amici racconta della terribile violenza psicologica e fisica causata dall'ex nel momento in cui si è scoperta incinta.
(foto:Web)

 

“Ero in un momento di forte disperazione, l’uomo da me amato mi aveva derisa, umiliata e durante alcune liti, a causa di violenti spintoni, avevo rischiato di abortire”.
Così, l’ex ballerina di Amici Morena Martini, parla della difficile storia con il suo ex fidanzato:
” Mi sentivo abbandonata a me stessa e psicologicamente sotto pressione, e ho deciso di andare a Milano dove un mio caro amico mi ha aiutato a trovare una clinica dove abortire. Durante l’ecografia sono scoppiata in lacrime guardando quell’esserino muoversi sul monitor, e con tutta me stessa ho deciso di rinunciare subito a quello che dovevo fare. Non ho voluto stroncare la vita di mio figlio. Subito dopo ho telefonato all’ormai mio ex compagno, colui che sarebbe dovuto essere il padre non solo biologico di questo bambino, che mi ha definitivamente liquidata dicendomi che lui aveva già due figli da accudire e che di questo bambino mi sarei dovuta prendere soltanto io la responsabilità“.

(foto:Web)

Ora sembra tutto risolto e a consolarla il fatto che tra poco potrà abbracciare il suo bambino.
“Durante quell’ultima lite, in un momento di forte esasperazione, ho danneggiato anche la sua auto. Per placare in quel momento i nostri animi, è stato necessario addirittura l’intervento della polizia. Soltanto dopo alcuni mesi da quell’episodio, mi sono convinta infine a denunciarlo“.