diredonna network
logo
Stai leggendo: Esorcizzano bambina di 10 anni perchè considerata una strega

Muore a 8 anni mentre va al concerto: le parole di Tiziano Ferro

"Non posso immaginare un mondo senza di te": il cantante dei Linkin Park suicida come Chris Cornell

La ginnasta: "Abusata per almeno 600 volte dai 13 anni dal medico sportivo"

"Mi staccava la pelle a morsi e mi strappò l'utero": quando la violenza è "normale"

Si scatta un selfie con la sorella che sta partorendo e lo posta con queste parole

"Vi racconto la mia vita con un solo seno"

Quel bacio tra la sieropositiva e il dottore: "La mia vita con l'HIV"

William e Harry: "Mamma sapeva che la vita vera è fuori dalle mura del Palazzo"

Quella rabbia al volante che uccide sempre più spesso

Gianna Nannini sposa la compagna e se ne va: "L'Italia non mi tutela come mamma"

Esorcizzano bambina di 10 anni perchè considerata una strega

Un caso assurdo che viene dalla Svezia. Due genitori adottivi maltrattano la figlia perchè ritenuta una strega. "Fondamentale l'esorcismo per aiutarla".
esorcizzano-bambina

 

 

 

 

 

 

Una bambina di soli 10 anni è stata maltrattata con la scusa di esorcismo, perchè ritenuta una strega dai suoi genitori adottivi. Le facevano bere urina e detersivo per far sparire il diavolo dal suo corpo. Nonostante il fatto sia avvenuto ormai anni fa, il processo ai due genitori è iniziato in questi giorni.

A denunciare il fatto sono state le maestre della bambina, che giorno dopo giorno hanno notato come la bambina fosse sempre sporca, malvestita e trattata in modo estremamente diverso rispetto ai figli naturali della coppia. Dopo la denuncia, è stato fatto coraggio alla bambina che ha raccontato gli abusi che l’han vista vittima per un anno intero. I genitori hanno immediatamente respinto le accuse di maltrattamento, affermando che il tutto fosse stato fatto per esorcizzarla. “è una strega e vogliamo aiutarla” è stata l’assurda giustificazione.

La bambina è stata affidata ai servizi sociali, con la speranza che ritrovi la serenità persa e in attesa di una nuova famiglia.