diredonna network
logo
Stai leggendo: Valeria Levitina, la donna più anoressica del mondo [VIDEO]

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Lui, il grande fotografo, che mi fotografava bambina e mi stuprava"

Valeria Levitina, la donna più anoressica del mondo [VIDEO]

39 anni, 1,72 cm di altezza e 25 kg. Questi i numeri di Valeria Levitina, considerata la donna più anoressica del mondo. Una vita pesante, a dispetto della sua fisicità.
donna-piu-anoressica

Valeria non può amare e non può nemmeno avere un figlio. Purtroppo non sempre la sua storia spaventa, anzi. Valeria riceve, ogni giorno, molte e-mail di ragazze che le chiedono consigli per perdere peso. Era bella Valeria, molto bella, è stata Miss Chicago nel 1994. Ora tutte le energie le spende contro la bilancia, alleata e nemica da una vita.

Nata in Russia, si trasferisce a Monaco a 16 anni manifestando fin da subito un grande amore nei confronti del mondo della moda e dello spettacolo. Un amore tormentato e morboso, lo stesso che l’ha portata a ridursi in fin di vita. Sulle passerelle spesso si sentiva ripetere: “gli strati di pelle sulle ossa erano troppi“ 63 kg per 1.72 mt. In che mondo erano troppi?

valeria-levitina-prima-dopo
Valeria vorrebbe laurearsi, studiare per un Dottorato in Economia, ma il suo fisico non regge, e per alzare un po’ la pressione è costretta a bere quasi un litro di caffè al giorno. Non mangia, non ci riesce. Per lei il cibo ha un pessimo gusto, di qualsiasi cosa di tratti. Una malattia della testa, ingestibile poi per tutto il corpo. Sogna una gravidanza ora Valeria. Vuole diventare mamma, con un uomo che la ami incondizionatamente. La sua condizione attuale però non glielo permette e per questo sta pensando all’ipotesi di una madre surrogata.

Può però una persona che non si ama e non si rispetta, prendersi cura di un’altra vita?