diredonna network
logo
Stai leggendo: Valeria Levitina, la donna più anoressica del mondo [VIDEO]

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Valeria Levitina, la donna più anoressica del mondo [VIDEO]

39 anni, 1,72 cm di altezza e 25 kg. Questi i numeri di Valeria Levitina, considerata la donna più anoressica del mondo. Una vita pesante, a dispetto della sua fisicità.
donna-piu-anoressica

Valeria non può amare e non può nemmeno avere un figlio. Purtroppo non sempre la sua storia spaventa, anzi. Valeria riceve, ogni giorno, molte e-mail di ragazze che le chiedono consigli per perdere peso. Era bella Valeria, molto bella, è stata Miss Chicago nel 1994. Ora tutte le energie le spende contro la bilancia, alleata e nemica da una vita.

Nata in Russia, si trasferisce a Monaco a 16 anni manifestando fin da subito un grande amore nei confronti del mondo della moda e dello spettacolo. Un amore tormentato e morboso, lo stesso che l’ha portata a ridursi in fin di vita. Sulle passerelle spesso si sentiva ripetere: “gli strati di pelle sulle ossa erano troppi“ 63 kg per 1.72 mt. In che mondo erano troppi?

valeria-levitina-prima-dopo
Valeria vorrebbe laurearsi, studiare per un Dottorato in Economia, ma il suo fisico non regge, e per alzare un po’ la pressione è costretta a bere quasi un litro di caffè al giorno. Non mangia, non ci riesce. Per lei il cibo ha un pessimo gusto, di qualsiasi cosa di tratti. Una malattia della testa, ingestibile poi per tutto il corpo. Sogna una gravidanza ora Valeria. Vuole diventare mamma, con un uomo che la ami incondizionatamente. La sua condizione attuale però non glielo permette e per questo sta pensando all’ipotesi di una madre surrogata.

Può però una persona che non si ama e non si rispetta, prendersi cura di un’altra vita?