diredonna network
logo
Stai leggendo: Ritorna Zelig Circus con i nuovi conduttori Teresa Mannino e Mago Forest .

Muore a 8 anni mentre va al concerto: le parole di Tiziano Ferro

"Non posso immaginare un mondo senza di te": il cantante dei Linkin Park suicida come Chris Cornell

La ginnasta: "Abusata per almeno 600 volte dai 13 anni dal medico sportivo"

"Mi staccava la pelle a morsi e mi strappò l'utero": quando la violenza è "normale"

Si scatta un selfie con la sorella che sta partorendo e lo posta con queste parole

"Vi racconto la mia vita con un solo seno"

Quel bacio tra la sieropositiva e il dottore: "La mia vita con l'HIV"

William e Harry: "Mamma sapeva che la vita vera è fuori dalle mura del Palazzo"

Quella rabbia al volante che uccide sempre più spesso

Gianna Nannini sposa la compagna e se ne va: "L'Italia non mi tutela come mamma"

Ritorna Zelig Circus con i nuovi conduttori Teresa Mannino e Mago Forest .

Ha debuttato ieri una nuova versione del conosciutissimo Zelig Circus con due conduttori d'eccezione: Teresa Manninoe Michele Foresta. Leggi le novità.
mannini-forest-zelig

Ieri sera su Canale 5 ore 21 e 10 si è rialzato il sipario sulla kermesse forse più attesa ogni anno. Non stiamo parlando di Sanremo bensì di Zelig Circus. Il 2013 ha portato molte novità e quest’anno i  padroni di casa sono Teresa Mannino e Michele Foresta meglio conosciuto come Mago Forest. Claudio Bisio è stato solo un ospite in questa prima puntata che è stata scoppiettante.

Ad animare l’enorme palco del Teatro degli Arcimboldi a Milano ci hanno pensato circa una ventina di comici in una due ore di divertimento assicurato. Tra i più attesi di sicuro Giovanni Vernia   con la parodia di Fabrizio Corona,il duo Nuzzo & Di Biase , i giornalisti Boiler  ma anche i più famosi Fichi D’India e Anna Maria Barbera.

Tra le nuove leve : Maria Pia Timo e i Beoni.

Insomma non ci resta che gustarci anche le prossime puntate dello show, dieci in tutto, che si preannunciano rinnovate ma che sicuramente sapranno anche mantenere le buone, vecchie tradizioni, come l’ormai famosa sigla Demasiado Corazon.