diredonna network
logo
Stai leggendo: 94anni e sfrattata dalla casa di riposo perchè non pagava la retta.

La maledizione della lotteria: "Ero più felice prima di vincere al Gratta e Vinci"

Svelate le date di uscita di Frozen 2 e Il Re Leone live action

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Il mio ragazzo ha un tumore al cervello. Dovrei sposarlo?"

Stealthing, il pericoloso "trend" sessuale dello stupro "invisibile": "Sono stata violentata senza accorgermene"

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Figlia mia, sopravvivo solo per darti giustizia". Parla la mamma di Tiziana Cantone

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

94anni e sfrattata dalla casa di riposo perchè non pagava la retta.

Anziana signora viene cacciata dalla casa di riposo perchè non riusciva a pagare la retta.Indignazione della popolazione verso la struttura e i figli.

Succede in Francia e cresce l’indignazione per questa Europa che sta, non troppo lentamente, morendo.

Un’anziana signora di 94anni è stata cacciata dalla casa di riposo perchè, con la sua pensione minima, non riusciva a pagare la retta. A peggiorare la situazione, il disinteresse totale dei figli che non si sono mai preoccupati di saldare il conto. L’arretrato ammontava a 40.000 euro.

Poco prima delle feste, la donna è stata sfrattata e portata in un ospedale a sud di Parigi, dove lavora uno dei due figli. Fortunatamente il direttore dell’ospedale ha assicurato che, almeno per un check-up completo, la signora potrà rimanere nella struttura. Una persona fragile e non indipendente lasciata senza un tetto nei mesi più freddi dell’anno. Una violazione del diritto della dignità umana, come spiega Delaunay, ministro francese per gli Anziani.

Uno dei responsabili della casa di riposo si è scusato, ammettendo la colpa di esser venuto a meno al dovere morale.