diredonna network
logo
Stai leggendo: Lancia il cane dal terrazzino dopo un forte litigio con i figli.

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Itzel, la ragazza di 15 anni che ha ucciso il suo stupratore, è stata assolta

Lancia il cane dal terrazzino dopo un forte litigio con i figli.

Una donna tunisina lancia il cane dalla finestra in seguito ad una violentissima lite con i figli....gesto isolato, o denuncia di una società che sta impazzendo?

La notizia, ha dell’incredibile, ma ormai, oggi giorno, cosa stupisce più? E’ delle ultime ore, la notizia secondo la quale, nella vigilia dell’Epifania, una donna tunisina, 35enne e casalinga, dopo aver sostenuto un litigio violentissimo con i figli, ha deciso di concludere il conflitto gettando il cane di famiglia, un Jack -Russel di due anni e mezzo dal terrazzino di casa.

I vicini, allertati dalle urla, hanno subito segnalato l’evento ai carabinieri, che tra l’altro, avevano già accolto uno dei tre figli, giunto in caserma poco prima per denunciare il raptus della madre.

Al loro arrivo, gli uomini della volante hanno scoperto un appartamento immerso nel totale degrado, sporcizia, disordine e due povere bimbe, di appena 2 ed 8 anni, che attendevano il ritorno della madre. La zona del fattaccio, è uno dei quartieri più periferici, di Roma, dove ogni giorno, gli abitanti convivono con ordinarie scene di violenza e miseria.

La sciagurata donna, che tra l’altro, si era ben premunita di recuperare il corpicino del cane e nasconderlo in cantina, con l’aiuto del compagno è stata ovviamente denunciata, ed i figli sono stati affidati ai servizi sociali.

Che dire…altra storia di ordinaria follia!