diredonna network
logo
Stai leggendo: Attenzione: il morso di un gatto porta gravi infezioni

Sai perché i camici dei medici sono verdi o blu?

Chris, 31 anni, dice addio alla sua migliore amica di 89: il post diventa virale

Ecco cosa vuol dire quando trovate del liquido sopra al vostro yogurt

Hater, l'app che ti fa incontrare le persone che odiano le cose che detesti anche tu

Le commoventi parole di questo papà: "Ecco perché prendo ancora i fiori per la mia ex moglie"

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Quando la tua ex ti scrive una lettera di scuse e tu gliela rimandi corretta" con la penna rossa

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Attenzione: il morso di un gatto porta gravi infezioni

Non è un discorso banale: spesso la disinformazione è pericolosa anche per la nostra salute.Ecco perchè il morso di un gatto è molto più rischioso di quello che vi han sempre raccontato.
(foto:Web)

Il morso di un gatto può essere più pericoloso di quello che vi han sempre raccontato.
Anche più pericoloso di quello di un cane e può mandare in ospedale, creando diversi problemi.
A sottolineare ciò è uno studio pubblicato sul Journal of Hand Surgery che ha mostrato come un gran numero di persone morse dal loro gattino domestico siano state ricoverate in ospedale a causa di gravi infezioni.

In molti spesso non si disinfettano la ferita dopo il morso dell’animale ma il rischio di infezioni è alto: i denti dei gatti sono infatti come lame e sono ricchi di batteri, nonostante le vaccinazioni.
I batteri si formano sui denti dell’animale come forma di protezione ma nel momento in cui mordono riescono a penetrare nel tessuto muscolare, sono difficili da combattere con antibiotici e in caso di infezioni spesso si deve ricorrere ad un’operazione chirurgica.

Il pericolo aumenta nelle donne, soprattutto quelle che hanno superato i 40 anni d’età.
Fate attenzione dunque, può sembrare un discorso banale ma in realtà spesso si pone poca attenzione a causa della disinformazione.