logo
Galleria: Quello strano “matrimonio tra single” tra Indro Montanelli e Colette Rosselli

Colette Rosselli

Quello strano "matrimonio tra single" tra Indro Montanelli e Colette Rosselli
Foto 2 di 7
x

Fonte: web

“La incontrai per la prima volta a Cortina D’Ampezzo negli anni ’50. E il fatto che dopo tanti anni ci si possa ricordare così nitidamente una persona è la prova della sua forte personalità, anche fisica. Eravamo nella hall di un albergo, ed entrò una signora con una mantella tirolese lunga fino ai piedi che teneva per mano due bambine, la più piccola delle due era a sua volta tenuta per mano da una governante in divisa. Colette era una figura insolita, molto alta, mi fece subito una grande impressione. Ricordo che domandai chi fosse quella signora, e qualcuno mi disse che era una scrittrice, non mi dissero che era la moglie di Montanelli. Questa forte personalità corrispondeva anche a un carattere considerevole, era un’amica tenerissima e affidabile, anche se tra me e lei c’era una certa differenza di età. In quel periodo aveva quasi del tutto smesso di scrivere per dedicarsi principalmente all’attività di pittrice. D’altra parte aveva iniziato la sua carriera come disegnatrice di libri per bambini, ed era una disegnatrice bravissima, dotata di un grande senso dello humor, e creava questi piccoli personaggi estremamente piacevoli e divertenti”. Lorenza Trucchi, giornalista e grande amica di Colette, la descrisse così a Radio 3.