logo
Galleria: “Non ti lascio andare via”: l’amore clandestino di Nilde Iotti e Palmiro Togliatti

Una vita dedicata all'antifascismo

“Non ti lascio andare via”: l’amore clandestino di Nilde Iotti e Palmiro Togliatti
Foto 2 di 9
x

ytali.com

Figlia di un ferroviere e sindacalista socialista licenziato per il suo impegno politico, si laureò in lettere nel 1942 all’Università Cattolica.

Dopo l’8 settembre 1943 si avvicinò al PCI e partecipò alla resistenza, inizialmente come porta-ordini, poi diventando organizzatrice e responsabile dei Gruppi di difesa della donna, formazione antifascista del PCI. Nella primavera del 1946 venne eletta nel consiglio comunale della città di Modena come indipendente nelle file del Partito Comunista Italiano, a cui aderì dopo breve tempo, e nel giugno dello stesso anno venne candidata ed eletta all’assemblea costituente.