diredonna network
logo
Stai leggendo: Celtica Valle d’Aosta: festa internazionale di musica, arte e cultura celtica

"Quando me ne sarò andato": questo padre ha lasciato a suo figlio un messaggio lungo tutta una vita

Svelate le date di uscita di Frozen 2 e Il Re Leone live action

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Il mio ragazzo ha un tumore al cervello. Dovrei sposarlo?"

Stealthing, il pericoloso "trend" sessuale dello stupro "invisibile": "Sono stata violentata senza accorgermene"

5 modi per avere vestiti nuovi senza spendere un capitale

Perché questo abito di Primark è in vendita su Ebay al doppio del suo prezzo

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Dice basta a una dieta da 500 calorie, ma il web la insulta

Celtica Valle d'Aosta: festa internazionale di musica, arte e cultura celtica

Celtica è una delle più importanti rassegne europee di musica ed arte celtica. Nata nel 1996 da una brillante intuizione di un gruppo di amici, Celtica è divenuto oggi il più importante punto di riferimento in Italia per tutti gli appassionati del mondo celtico.

Anche quest’estate in Valle d’Aosta torna “Celtica“, una delle più importanti ed interessanti rassegne dedicate ai celti antichi e moderni. Da sedici anni a questa parte nel secolare bosco del Peuterey, in Val Veny (Courmayeur), ai piedi del Monte Bianco, si riuniscono appassionati e curiosi per vivere un sogno antico sotto forma di un evento magico fatto di musica e danze, concerti e sfilate, conferenze e giochi, poesia e rievocazioni storiche tra gli alberi del bosco o tra le mura di un antico forte vivendo appieno la natura montana e le notti stellate.

Dal 6 all’8 Luglio 2012 nei pittoreschi comuni di Courmayeur, Bard, Pré-SaintDidier e Saint-Vincent musicisti, ballerini, esperti enologi e artigiani torneranno a far unire -ancora una volta- il passato e il presente in atmosfere poetiche e magiche, create dall’arpa celtica e dalle cornamuse scozzesi, dai tamburi galiziani, dalle danze irlandesi, dagli accampamenti storici e dai racconti di storie e leggende antiche.Tra gli ospiti di questa edizione, vi è da annoverare Lindesy Stirling: la giovane violinista californiana, fenomeno di visualizzazioni su YouTube, delizierà i presenti con musica e balli che lasceranno tutti semplicemente incantati. Ad arricchire il programma artistico vi saranno anche Adriano e Caterina Sangineto e i The Sidh che, in vari momenti, eseguiranno collaborazioni musicali.

[youtube NPvRHeYqPU4 640 360]

Come già detto il festival prenderà inizio venerdì 6 luglio con la Cerimonia per le fate del Lago del Miage, sulle note dell’arpa bardica; durante la giornata il bosco, le vie e piazze di Courmayeur e Pré-Saint-Didier ospiteranno numerosi concerti, spettacoli di danza, stage e conferenze mentre alla sera, nel Bosco illuminato, si terranno grandi concerti e a seguire verrà acceso -con una coreografia che tocca le corde dell’anima- il Grande Fuoco Druidico che darà il via ad un momento di festa che proseguirà fino a tarda notte.

Sabato il bosco e le altre location saranno animate da concerti, spettacoli di danza, musica itinerante, stage e conferenze. Da non perdere nel pomeriggio due eventi speciali: “Alpid’arpa” manifestazione dedicata all’arpa celtica con numerosi concerti di arpisti nazionali e internazionali e “l’Ollafest“, dedicata alla scoperta delle bevande dei Celti (Sidro, Idromele, Cervogia, Birra artigianale e Distillati), attraverso spiegazioni ed esperienze gustative. I festeggiamenti si protrarranno sino a tardo notte, iniziando con l’intonazione di “Greenlands” (inno delle nazioni celtiche) e concludendosi nella zona pub con animazioni e spettacoli.

La giornata di Domenica 8 luglio avrà inizio con la sveglia celtica e con una colazione a base di miele e pane nero valdostani; si susseguiranno poi nella mattinata e nel pomeriggio attività varie, stage e conferenze. La musica itinerante e l’arpa accompagneranno gli ospiti sino alla sera, quando il festival si concluderà sotto le stelle con lo splendido scenario delle Alpi.

Non ci sono estranei qui,
solo amici che non abbiamo mai incontrato

Questa è la frase che campeggia all’entrata di “Celtica” e che accoglie tutti coloro che entrano nel secolare bosco del Peuterey: infatti ognuno è coinvolto in prima persona per vivere pienamente la festa e sia gli adulti che i bambini possono partecipare a molte attività, dagli stage di danza ai corsi di musica, dalle conferenze ai laboratori artigianali, dai racconti attorno al fuoco ai giochi nella Natura. Vivendo così la festa si può scoprire la magia fatta di amicizia e musica, danza e cultura, arte e poesia, dove imparare è un gioco e divertirsi è trovare l’armonia in un sorriso, nel respiro del vento, nelle fiamme dei fuochi.

Potete ricevere tutte le informazioni su come raggiungere l’evento, modi e tempi visitando il sito ufficiale e la pagina Facebook dedicata.