diredonna network
logo
Stai leggendo: Sigaretta elettronica: come diminuire il vizio senza traumi.

"Non ci porterete via la libertà": la lezione di Ariana Grande e dei ragazzi d'oggi

Oggi Marco avrebbe compiuto gli anni: le toccanti parole di papà Gianni

Amazon Wardrobe: scegli, prova a casa gratuitamente, poi decidi se comprare

Creazioni in fimo: 3 idee facili, super carine e come realizzarle

Pronte a comprare i mobili Ikea su Amazon?

Internata in una clinica psichiatrica per impedirle di abortire: la drammatica storia di questa ragazza

Maturità 2017: ecco tutte le tracce della prima prova

Sexting, quella "prova d'amore" che può costare la vita

"Perché mi dice che le faccio schifo?": la risposta di Sergio Sylvestre contro gli haters

Jovanotti e la lettera di Pif: "Mi fa schifo chi se ne sbatte dei disabili"

Sigaretta elettronica: come diminuire il vizio senza traumi.

La sigaretta elettronica prende sempre più piede anche in Italia.Non crea gli stessi danni alla salute e all'estetica e si può utilizzare ovunque. Perchè non provare? Si risparmia anche economicamente.

 

La nuova tendenza della sigaretta elettronica nasce come aiuto per i fumatori che han deciso di smettere, o almeno di diminuire, il consumo quotidiano di sigarette. Imitando la sigaretta normale, questo oggetto, dona sensazioni molto simili a quelle tradizionali, senza però essere dannosa per la salute e il prezzo è decisamente più contenuto! (provate a fare due rapidi calcoli…)

Chi l’ha provata è entusiasta. Oltre al fatto che con la sigaretta elettronica si può “svapare” ovunque, anche nei luoghi chiusi, è sicuramente più salutare e chic se si pensa al sapore di posacenere che lascia in bocca il tabacco.  Funzionale, riproduce la stessa sensazione ricercata da un fumatore, ovvero il colpo in gola, il gusto, il fumo, la nicotina (che può essere regolarizzata da una quantità alta ad una nulla) . In sostanza vaporizza un liquido, composto da  glicole propilenico e glicerina vegetale, due sostanze innocue già utilizzate nell’industria alimentare e in quella cosmetica. Una sigaretta che si comporta in modo tradizionale ma non reca danni, fa risparmiare, non ingiallisce i denti e non fa puzzare gli ambienti. Importantissimo, inoltre, il “vaporizzatore” non è assolutamente cancerogeno. Ora è possibile trovare anche delle sigarette aromatizzate ai gusti naturali degli agrumi, frutti di bosco, menta piperita, vaniglia, caffè, cioccolato, caramello… le essenze sono per ora 27 ed è possibile mischiarle tra loro. Quasi quasi una delizia per il palato.

In Ighilterra già il 10% dei fumatori è già passato a questa nuova tendenza e anche le case produttrici di sigarette sembrano capirne la forza: Philip Morris, il primo produttore al mondo, è in trattativa già dal 2009 per acquistare il primo marchio che fornì sigarette elettroniche già nel 2005!

Perchè non provare?