diredonna network
logo
Stai leggendo: La mamma li abbandona: ecco che fine hanno fatto il papà single e la bimba di 10 mesi

La mamma li abbandona: ecco che fine hanno fatto il papà single e la bimba di 10 mesi

Richard non sapeva nulla di bambini - soprattutto di bambine - almeno finché non si è trovato solo con una figlia: superati i primi momenti di sconforto, grazie anche alla community di Facebook, Richard ha imparato a godersi la vita da papà. Eccolo 2 anni dopo, immensamente felice, con la sua bimba Persephone.
Fonte: facebook.com/PersephoneAndRichard

Aggiornamento di ottobre 2017

Sono passati due anni dall’ultima volta che abbiamo parlato di Richard Johnson, un giovanissimo padre (ora 23enne) che nel 2015 aveva deciso di crescere da solo la sua piccola Persephone di 10 mesi dopo l’abbandono da parte della madre. Oggi, nel 2017, la piccola ha 2 anni e mezzo e non potrebbe essere più felice di così: ha un padre amorevole che la adora più di ogni altra cosa. A sostegno di questa tesi, l’uomo ha creato una pagina Facebook chiamata Persephone & Richard Johnson nella quale documenta, giorno dopo giorno, la vita con la figlia.

Fonte: facebook.com/PersephoneAndRichard

Nell’aprile 2017, Richard Johnson ha anche presentato via social la sua nuova fidanzata, ora madre adottiva di Persephone: si chiama Jennifer Anderson ed è ormai una parte indissolubile della famiglia, proprio come ci mostrano queste dolci foto postate sulla pagina Facebook dell’uomo:

Una tenera storia a lieto fine che ci fa davvero capire quanto l’amore di un padre per la propria figlia possa essere immenso. Auguri a questa nuova famiglia!

Articolo del 17/11/2015
Titolo originale – La Mamma li Abbandona: Ecco Come il Papà Trova la Forza per Crescere la Figlia

richard johnson papà single
Fonte: Facebook @Life of Dad

In mezzo agli orrori di questi ultimi giorni, c’è una storia che sta riscaldando il cuore delle persone. È una storia rimbalzata su Facebook a partire dal gruppo Life of Dad, ed è quella di un papà single, Richard Johnson, di 21 anni, che sta crescendo la sua bimba da solo dopo che la madre se n’è andata.

La piccola Persephone oggi ha dieci mesi. Solo un mese dopo la sua nascita, la madre ha abbandonato lei e Richard. Ma Richard non ha alcun risentimento verso la donna: ritiene che soffra di depressione post partum, e il suo unico pensiero ora è di crescere al meglio la sua piccola, dandole la migliore vita possibile.

richard johnson papà single
Fonte: dailymail.co.uk

Dopo la partenza della madre, il papà di Las Vegas ha dovuto imparare da sé tantissime “questioni genitoriali”, e ha anche iniziato a studiare come si intreccino i capelli o come si metta lo smalto sulle unghie. Questa settimana ha condiviso la sua storia nel gruppo Facebook Life of Dad, e da lì la storia è rimbalzata sul social.

Il mio nome è Richard Johnson e sono un padre single di una bella bambina di nome Persephone. Sua madre ci ha lasciato circa un mese dopo la sua nascita,

ha scritto Richard nel messaggio privato, che è stato poi reso pubblico con la sua autorizzazione l’11 novembre. Da quel giorno, il post ha ricevuto oltre 91mila like e quasi 6mila commenti ed è stato condiviso più di 7.500 volte.

Ancora non sappiamo esattamente perché, ma abbiamo il sospetto che la depressione post partum abbia giocato il suo ruolo. Nelle prime settimane in cui ero solo con Persephone, sono incappato per caso nella vostra pagina. Ero nervoso e spaventato all’idea di essere un padre, ma in quel momento ero addirittura un padre single e dovevo svolgere due ruoli. Non ero sicuro che ce l’avrei fatta. Avevo letto tutti i libri sulla paternità e sono riuscito a trovare su YouTube di tutto: da come fare le trecce a come mettere lo smalto sulle unghie sino alle teorie su come affrontare i problemi dei genitori comuni. Poi ho iniziato a guardare la pagina più da vicino e ho visto che c’erano altri padri là fuori che si trovavano in situazioni simili alla mia. La pagina ha cominciato a trasformarsi in una grande iniezione di fiducia e mi ha aiutato.

papà single
Fonte: dailymail.co.uk

Il padre single ha rivelato a Yahoo Parenting di essere stato contrario per la maggior parte della sua vita all’idea di avere bambini, una convinzione dovuta in parte al fatto che suo padre non era stato molto presente durante la sua crescita. Ma quando ha incontrato quella che pensava essere la donna dei suoi sogni tutto è cambiato, ed è arrivata anche la decisione di allargare la famiglia.

Richard era incredibilmente nervoso, ma ha scoperto che non doveva preoccuparsi: la capacità di amare e di sentirsi coinvolto da una nuova, tenera vita sono venute da sé.

Dopo la nascita di Persephone, la madre è fuggita con la bimba in California. Poi ha cambiato idea, dicendo a Richard che se non fosse andato a riprendersi la piccola l’avrebbe data in adozione.

In un primo momento, quando ero solo, ero così depresso che non avevo voglia di vedere coppie felici con i loro figli. Ma quando sono uscito da quella fase,grazie anche al gruppo ‘Life of Dad’, ho visto che c’erano altri papà single là fuori.

richard e persephone
Fonte: dailymail.co.uk

Pian piano per Richard e Persephone le cose iniziano a migliorare, e in poco tempo Richard ha condiviso la casa con una donna che ha un figlio di sei mesi in più rispetto a Persephone. Non è la sua compagna, né c’è alcun rapporto di tipo sentimentale, ha chiarito Richard: sono solo l’uno una roccia nei confronti dell’altra, e si fanno forza a vicenda nella crescita dei figli.

Non ho mai avuto bambini attorno a me, e di certo non sapevo nulla sulle bambine. Ma ho chiesto ad amici che hanno cresciuto delle bimbe: ho imparato a fare le trecce ai capelli e, non per vantarmi, ma ora le so fare meglio della maggior parte delle donne. Certo, Persephone non ha ancora i capelli, ma io voglio essere preparato! Non vedo l’ora di vivere ogni giorno, perché con lei è così incredibile… Sorride quando la guardo, è la mia migliore amica e la mia piccola ombra. Le parlo di tutto: so che non è in grado di capire ciò che sto dicendo, ma un giorno lo farà. La gente su Facebook mi dice che è una bimba fortunata, in realtà sono io a essere fortunato perché ho lei.

Dopo che il post su Facebook di Richard è diventato virale, il papà ha letto tutti i commenti, e ammette di essersi commosso. Richard ha aggiunto di non aver avuto sempre giorni splendidi – “Piangevo perché non ero sicuro di riuscire a essere per lei un buon padre” -, ma alla fine ha preso la decisione di smettere di piangere e “lottare per essere felice”.

Questo è qualcosa che ricorderò per sempre e custodirò per il resto della mia vita. Non posso nemmeno iniziare a spiegare quanto tutto questo significhi. Sono in debito con ciascuno di voi. Grazie.