diredonna network
logo
Stai leggendo: Mutande pazze. Ad ognuna il suo modello

Per la serie orrori fashion: arrivano i Clear Knee Mom Jeans

Yamamay Sempre Perfetta 2017: capi, colori e novità. Scopritele con noi!

Questa campagna Zara ha fatto infuriare molte persone

Costumi Yamamay 2017: ecco un'anteprima della Summer Collection!

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

Mutande pazze. Ad ognuna il suo modello

Oggi le donne non si vergognano più ad acquistare intimo per se stesse, grazie anche ai tantissimi negozi specializzati solo nel campo della lingerie.Ma tra tutti i modelli proposti, sembra essere proprio il perizoma il vincitore indiscusso degli ultimi decenni.

Sicuramente molte di voi avranno visto “Il diario di Bridget Jones” e se lo avete visto, non potrete non ricordare la scena in cui, dopo il desiderato primo appuntamento, Bridget si ritrova distesa sul pavimento con il suo capo Daniel Cleaver che scopre, in tutti i sensi, le mutande gigantesche o meglio conosciute come mutande della nonna! Molti di voi concorderanno che non è stata proprio una scelta sensuale quella di Bridget, ma le donne al giorno d’oggi invece, cosa preferiscono indossare?

Non si discute che dagli enormi mutandoni di un tempo nel campo dell’intimo di strada ne è stata fatta: inizialmente infatti, le mutande avevo l’esclusivo compito di nascondere le parti intime, mentre, ai giorni nostri, quelli che nel frattempo avremmo chiamato slip, e non più mutande, sono diventati indumenti sempre più sofisticati che vengono indossati anche, e soprattutto, per far sentire la donna più sensuale e a proprio agio con se stessa. (In vista anche di un eventuale incontro scottante!) La sfida tra slip, perizomi, tanga, brasiliane e culotte è sempre apertissima, anche perché di ogni modello ci sono infinite varianti che posso soddisfare i diversi gusti delle donne, anche quelli più difficili.

Ma che differenza vi è tra un modello e l’altro? Per inizare, il modello più simile allo slip è la culotte, da termine di origine francese, che sta ad indicare la mutanda che scende lungo i fianchi per fermarsi appena sotto i glutei, che nei suoi diversi materiali, può risultare comunque un capo sensuale. Nell’ultimo decennio invece, a spopolare tra le giovani, e meno giovani, è sicuramente il sensualissimo perizoma: è formato da una sottile striscia di tessuto nella parte posteriore che va nascosto tra le natiche e in questo modo, lascia scoperti i glutei, attenzione però,a non confondere questo modello con la la brasiliana. Questo tipo di mutanda è dotata, nella parte posteriore, di un triangolo che copre soltanto una piccola porzione di glutei, diciamo dunque un’ottima mediazione tra il classico slip e il perizoma. Ed è proprio il perizoma, diciamocelo, sicuramente l’indumento più discusso del secolo ma anche il più apprezzato: anche se la stragrande maggioranza delle donne lo boccia in fatto di comodità, ammettono comunque di indossarlo con regolarità e di preferirlo a qualsiasi modello. Si rinuncia perciò ad un po’ di comfort, per guadagnare in fatto di vestibilità (il perizoma è infatti invisibile sotto a pantaloni, gonne o abiti molto aderenti) e poi perché allo specchio ci fa sentire sensuali e, ammettiamolo, anche gli uomini sembrano davvero apprezzarlo! La solita obiezione? Non tutte possono permetterselo: bisogna avere un fisico perfetto, un lato b impeccabile, glutei scolpiti e molto altro. Ma alla fine, se guardandovi allo specchio vi apprezzate e vi sentite sexy o semplicemente a vostro agio, e il vostro compagno appena vi vede non desidera altro… che cosa vi interessa della “perfezione delle forme”?

Infondo anche Daniel diceva a Bridget Jones di amare le curve e i mutandoni!