diredonna network
logo
Stai leggendo: Amsterdam: cosa visitare nella città della perdizione!

"Mi staccava la pelle a morsi e mi strappò l'utero": quando la violenza è "normale"

Quel "signora, ha goduto?" quando 5 uomini stuprarono Franca Rame

"Mi fanno paura gli uomini che..." quel messaggio di Maria, uccisa dall'ex

"Non accettiamo animali e gay", ma "scusate se sembro troglodita"

"I commenti e le reazioni delle donne quando ho indossato per strada un abito provocante"

Il reggiseno per bambine di 8 anni è troppo provocante (e push up)

Muore a 8 anni mentre va al concerto: le parole di Tiziano Ferro

"Non posso immaginare un mondo senza di te": il cantante dei Linkin Park suicida come Chris Cornell

Gli uomini preferiscono le donne formose. Ecco perché!

"Ci siamo conosciuti su un'app di incontri ed è successo l'imprevedibile"

Amsterdam: cosa visitare nella città della perdizione!

Amsterdam non è solo perdizione e lussuria.In realtà la "Venezia del nord" offre tantissimi stimoli intellettuali e diventa la meta ideale anche per il Capodanno!

Anche se Amsterdam in primavera è sicuramente bellissima, contornata dai suoi celebri tulipani, è comunque una meta molto gradita dai turisti anche durante l’inverno, che ne invadono le strade e i musei formando lunghissime file. Sono soprattutto sono i giovani a popolare la “Venezia del Nord” per festeggiare capodanno.

Amsterdam è infatti molto conosciuta per le trasgressioni e per la tolleranza al divertimento più sfrenato, vedi il quartiere a luci rosse e i coffee shop, ed è per questo che si è meritata il soprannome della Capitale dei Vizi e della lussuria!

Tuttavia oltre a questo vi è sicuramente molto altro da vedere, e per non farvi sfuggire nulla, vi proponiamo alcune tappe imperdibili per vivere al meglio il vostro viaggio nella capitale Olandese!

  • Giro in Battello: Imperdibile il giro in battello per i canali, considerati dal 2010 Patrimonio dell’Umanità Unesco, che tanto caratterizzano il paesaggio di Amsterdam! Magari concedetevi questa navigazione il primo giorno di visita, così da perlustrare e orientarsi tra i vari quartieri principale. Ad Amsterdam vi sono infatti quasi 1600 canali che suddividono e si intrecciano come un grande labirinto all’interno della città, e che, a differenza della nostra Venezia, dispongono di un sistema di 16 chiuse che ogni notte vengono attivate per mantenere il livello dell’acqua sempre costante!
  • Musei: Con un intero quartiere dedicato ai musei, il Museumkwartier appunto, è difficile scegliere quale museo visitare e quale no. Tuttavia se avete poco tempo, i musei più classici consigliati sono sicuramente il Museo di Van Gogh, che possiede la più grande collezione di dipinti del pittore olandese, e il museo di Anna Frank, ovvero la casa originale che ospitò Anna e la sua famiglia prima di essere deportati durante la Seconda Guerra Mondiale. Se avete del tempo in più, tra i musei meno classici si consiglia il museo Madame Tussaud, ovvero il museo delle cere, e imperdibile per le donne il museo delle Borse, unico al mondo, con più di 4000 soggetti tra borse,valigie,sacchetti ecc che vanno dal tardo medioevo ad oggi!
  • Piazza Dam: Un classico per eccellenza ma imperdibile! Situata tra le vie Damrak, Rokin e Kalverstraat (la via degli acquisti), Piazza Dam, che sorge intorno al 1270, era un tempo la piazza del mercato, oggi invece è il centro indiscusso della capitale che vede sorgere da un lato il Palazzo Reale, sede originaria del municipio ora invece residenza della Regina, e dall’altra il Nationaal Monument, obelisco di pietra alto 22 metri dedicato alle vittime della seconda Grande Guerra. In piazza Dam troverete anche il Museo delle Cere, cofee shop, negozi di souvenir e molto altro, insomma, tutta da scoprire! 
  • Heineken Experience: Il detto recita “paese che vai,usanze che trovi” perciò andare ad Amsterdam e non concedersi una bella Heineken fredda e come passare per l’Italia e non assaporare la vera pasta! Heineken Experience,situato in una ex fabbrica del marchi di birra più conosciuto (..e consumato) al mondo, non è ne un bar ne un museo, ma un modo divertente, soprattutto se si viaggi con gli amici, di conoscere il mondo della birra e i suoi 150 anni di storia, attraverso ricostruzioni,foto e filmati in 4d! Non preoccupatevi poi, alla fine incluso nel prezzo vi offrono anche una buonissima Heineken!
  • Vondelpark: Vondelpark è sicuramente il polmone verde della città! Questo enorme parco viene progettato nel 1864 su richiesta di un gruppo di cittadini facoltosi che volevano creare, e ci sono perfettamente riusciti, un posto sia un posto di svago per i numerosi lavoratori, sia dover poter passeggiare a cavallo. Il parco, che ora conta 45 ettari è pervaso da laghetti e maestosi alberi, da qualche tempo ospita anche molti pappagallini, ed è sicuramente un luogo che gli olandesi prediligono per riposarsi oppure per incontrarsi, perché all’interno del parco vi sono numerose attrazioni tra cui anche il FilmMuseum, museo e presentatore di rassegne cinematografiche contemporanee.
  • “Red Light District”: Noto come il quartiere a luci rosse, è sicuramente il lato più tollerante e estroverso di Amsterdam! Se questo tipo di cose no è in linea con le vostre idee,evitatelo, invece se siete semplicemente curiosi, potrete fare un passeggiata lungo il viale e vedere le celebri vetrine che mettono in mostra le prostitute in attesa dei clienti. Oltre ai gay bar, i sexy-shop,i cinema e i locali di lap-dance, in questo quartiere vi sono anche dei musei,in tema ma pur sempre musei, erotici e del sesso e,addirittura, vi è anche un piccolo museo del profilattico! Insomma, se non siete proprio delle persone suscettibili, c’è un po’ di tutto per scatenarsi!

Comunque il tutto è incorniciato da innumerevoli mercati, molto caratteristici, sempre bellissimi ma molto diversi tra loro per ciò che offrono.

Un ultimo consiglio? Se volete sentirvi davvero parte integrante della città, e non semplici turisti, noleggiate una bicicletta! Fatevi una bella pedalata e spostatevi liberamente alla scoperta del “paese dei balocchi” !