diredonna network
logo
Stai leggendo: Il Papa Usa il Tablet Davanti ai Fedeli: si Iscrive alla Giornata Mondiale della Gioventù

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Gessica, sfigurata dall'acido: "La strada è lunga, ma tengo duro". Il video messaggio su Facebook

Figli che uccidono i genitori: 7 casi shock

Oroscopo dal 9 al 15 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Il Papa Usa il Tablet Davanti ai Fedeli: si Iscrive alla Giornata Mondiale della Gioventù

Papa Francesco: "Mi iscrivo come pellegrino alla Giornata Mondiale della Gioventù del 2016"
Fonte Web

Papa Francesco è assolutamente al passo con i tempi, tanto da utilizzare addirittura un tablet in mondovisione. Il Pontefice, infatti, al termine della celebrazione dell’Angelus si è iscritto personalmente alla Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Cracovia nel 2016. E l’ha fatto in diretta davanti ai fedeli riuniti in Piazza San Pietro, con l’aiuto di due ragazzi e di un dispositivo elettronico.

E così Bergoglio ora risulta essere il primo pellegrino iscritto a questo importante evento che si svolgerà il prossimo anno in Polonia. Un’adesione importante, quella del Pontefice, alla quale seguiranno tutte quelle dei giovani fedeli che potranno iscriversi alla Giornata Mondiale della Gioventù direttamente dal proprio computer. Semplici e sentite le parole con cui Papa Francesco ha commento il proprio gesto:

Ho voluto aprire io stesso le iscrizioni e per questo ho fatto venire accanto a me un ragazzo e una ragazza. Ecco: mi sono appena iscritto all’evento come pellegrino mediante il dispositivo elettronico.

La celebrazione è poi proseguita regolarmente e il Pontefice ha rivolto un appello a favore della liberazione di padre Paolo Dall’Oglio, il gesuita rapito due anni fa in Siria. I due giovani “aiutanti” sono rimasti accanto al Papa fino al saluto finale rivolto ai fedeli confluiti in Città del Vaticano, che hanno recitato tutti insieme un’Ave Maria sollecitati da Bergoglio:

Auspico il rinnovato impegno delle competenti Autorità locali e internazionali, affinchè a questi nostri fratelli venga presto restituita la libertà. Con affetto e partecipazione alle loro sofferenze, vogliamo ricordarli nella preghiera. E preghiamo tutti insieme la Madonna.

Il Papa, quindi, ha posto ulteriormente l’attenzione sull’importanza per i fedeli della Giornata Mondiale della Gioventù. Quella del 2016, infatti, verrà celebrata durante l’Anno della Misericordia e dovrà essere considerata una sorta di giubileo dei giovani. I ragazzi saranno così chiamati a riflettere sul tema “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia” e il Pontefice Francesco li ha spronati con queste parole:

Invito i giovani di tutto il mondo a vivere questo pellegrinaggio sia recandosi a Cracovia, sia partecipando a questo momento di grazia nelle proprie comunità.

Per chi non lo sapesse, le Giornate Mondiali della Gioventù (o GMG come spesso vengono abbreviate in italiano) sono degli incontri spirituali rivolti ai fedeli cattolici, promossi dalla Chiesa su indicazione del Pontefice. Questi importanti appuntamenti vengono celebrati a livello internazionale (come accadrà nel 2016 a Cracovia), ma anche a livello diocesano. Forse qualcuna di voi ricorderà inoltre che nel 2000 tale Giornata si svolse proprio in Italia, precisamente a Roma.

Ed ecco, quindi, che il Papa ha aperto le iscrizioni in modo hi-tech: tablet alla mano ed adesione in mondovisione. Del resto Bergoglio è famoso anche per i selfie insieme ai ragazzi e per l’uso di dispositivi elettronici in diverse occasioni pubbliche.

Volete sapere anche una piccola curiosità tecnologica sul passato papale? Nel 1931 anche il Pontefice Pio Xi fu un vero precursore dei tempi: con l’aiuto di Guglielmo Marconi inaugurò la Radio Vaticana pronunciando un saluto a tutti le genti. Interessante vero?

Fonte Web