diredonna network
logo
Stai leggendo: Trikini, costume da star: origini, come abbinarlo e chi può indossarlo

Selfie con il morto: "With me", l'app che ti permette di essere accanto a chi non c'è più

Per la serie orrori fashion: arrivano i Clear Knee Mom Jeans

Yamamay Sempre Perfetta 2017: capi, colori e novità. Scopritele con noi!

Questa campagna Zara ha fatto infuriare molte persone

Costumi Yamamay 2017: ecco un'anteprima della Summer Collection!

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Trikini, costume da star: origini, come abbinarlo e chi può indossarlo

C'è chi lo ama (le star molto) e chi lo odia, intanto i brand più importanti continuano a dedicargli spazio sulle passerelle e nelle collezioni: è il trikini. Ecco tutto quello che dovete sapere sul trikini: storia, come abbinarlo, quando sceglierlo e... le vip che non possono farne a meno.
Costume trikini

Non è un costume intero, non è un bikini: è il trikini, capo quanto mai discusso delle ultime estati. Amato dai vip, sfoggiato sulle passerelle più importanti da top model di fama internazionale, odiato (o quanto meno guardato con qualche perplessità) da molte di noi comune mortali per una serie di “effetti collaterali” (conseguenze sull’abbronzatura in primis): nel bene o nel male, in ogni caso il trikini fa parlare ancora di sé.

A non renderlo proprio simpatico è anche il fatto che è un costume non facile da indossare, visto che tende a mettere in risalto eventuali difetti e morbidezze di troppo (ma, in realtà, è sconsigliato anche alle magrissime!). Detto questo c’è chi lo ama tantissimo e resta il fatto che, se i maggiori brand continuano a dedicargli spazi sempre più importanti nelle loro collezioni, un motivo ci sarà.

Vediamo allora come nasce il trikini e, già che ci siamo, anche qualche consiglio su come indossare questo costume né carne né pesce, ma tanto stiloso.

1. Breve storia del trikini e il trikini di Miss Italia 1969

Uno dei primi trikini a Miss Italia 1969

Il termine trikini è stato coniato nel 1967 in Francia per indicare un bikini abbinato a shorts o pareo, partendo probabilmente da un’associazione tra il prefisso tri- di trikini, inteso come tre pezzi, e quello bi- di bikini, inteso come due pezzi (in realtà, alla luce dello scalpore che creò quella pancia nuda, il nome bikini deriva dall’atollo di Bikini, sede di esperimenti nucleari). Sempre in quegli anni compare il trikini così come lo conosciamo noi, dove il terzo pezzo è costituito da quella lingua di stoffa che unisce reggiseno e slip.

Per quanto riguarda l’Italia, forse qualche mamma ricorderà che le aspiranti Miss Italia del 1969, eccezionalmente, abbandonarono il tradizionale costume intero per un intraprendente, soprattutto per il tempo, trikini bianco.

2. Trikini: o lo ami o lo odi. Chi può metterlo?

Trikini con borchie

Ma parliamo di oggi. Compro o non compro il trikini quest’estate? Ammettiamolo, anche le più sprezzanti di noi questa domanda se la sono fatta. Perché, per quanto lo si possa odiare per ragioni pratiche, il trikini è un capo che attira e che, alle poche cui sta bene, sta davvero bene!

L’obiezione è sempre quella: per portare il trikini bisogna essere magre! Falso! Il trikini è sicuramente un costume che mette in evidenza l’addome e, va da sé, richiede una pancia piatta. Indossarlo se si ha la pancetta vuol dire metterla in evidenza, sottolineandola con quella striscia di tessuto che solca l’addome.
È anche vero che il trikini evidenzia vita e fianchi. Risultato: se si hanno vita piccola e bei fianchi, questi risulteranno ancora più scolpiti. Fianchi grossi e vita poco marcata, allo stesso modo, saranno ancora più evidenti.

Ma che effetto fa un trikini su fisici troppo magri e poco definiti nei punti vita e fianchi? Li farà sembrare ancora più tavole da surf. Per indossare il trikini meglio quindi un fisico più morbido ma ben definito nei punti giusti, che risulteranno valorizzati e ancora più sensuali.

Da una parte è una consolazione vedere che un capo, per una volta, non sta necessariamente bene sulle magrissime! Dall’altra, abbiamo capito che, stando ai rigidi parametri della moda, il trikini lo può indossare una donna su cento.

Quindi che si fa? Si fa che, sempre con un occhio al buon gusto, anche se non entriamo nella casistica delle perfette “magre ma con le curve giuste” e il trikini ci fa impazzire, magari ce lo concediamo comunque. Garantito che l’effetto non sarà lo stesso, ma pazienza: neppure i jeans su di noi hanno la stessa resa che sulle modelle.

Ma passiamo all’altro cruccio: quando indossare il trikini?

3. Quando indossare il trikini?

Trikini con fiocco

Anche qui, ragazze, dipende da noi. È chiaro che se indosso un costume con una striscia che passa in mezzo alla pancia, la mia abbronzatura prevederà una riga in mezzo alla pancia. Se pensiamo alle varianti trikini trasforato, trikini modello bondage con lacci, trikini in maglia, etc… beh, diciamo che che la nostra abbronzatura può davvero essere molto creativa.

Per questo motivo, a meno che non si trovi un costume che non ostacola l’abbronzatura, in genere si consiglia di optare per il trikini solo se si fanno vacanze lunghe (e quindi ci si può concedere qualche giorno di stile senza intaccare il risultato finale della tintarella) o nelle giornate in cui aperitivi e chiacchiere sotto l’ombrellone hanno la meglio sulle sessioni prolungate di abbronzatura.

Teniamo poi presente che il trikini non è solo un capo da spiaggia…

4. Gli abbinamenti del trikini: in spiaggia, ma non solo

Trikini di Paris Hilton e Alesha Dixon

Lo fanno le star, l’abbiamo visto in passerella, è comodo e sta bene (in alcuni casi!), quindi… lo possiamo fare anche noi! Il trikini si presta a essere utilizzato come un body in abbinamento con short, pareo, zeppe e cappelli. Per un look estivo, ideale per gli aperitivi in spiaggia e per quando si va a ballare in locali a bordo mare.

5. Quanti tipi di trikini

Trikini con borchie

Trikini tricot (come quello indossato dalle fashion blogger Chiara Nasti e Chiara Biasi nella gallery che vi proponiamo qui sotto), trikini animalier, trikini forati effetto nudo, trikini bondage con lacci, trikini con borchie e fibbie: il trikini esprime, come ogni capo di abbigliamento la tua personalità.
Unica avvertenza: è un capo già di per sé eccentrico, quindi occhio a non esagerare. Il buongusto prima di tutto.

6. Trikini: il costume delle vip

Proprio perché non facile da portare e riservato solo a fisici statuari, da qualche estate a questa parte il trikini è il costume indiscusso delle star. Paris Hilton, Naomi CampbellVictoria SilvstedtJennifer LopezEva Longoria, e ancora Jessica Alba, Kim Kardashian: sono tantissime le vip che amano il trikini. Pure bellezze di casa nostra come Monica Bellucci e Michelle Hunziker non hanno resistito al richiamo.
Ecco una galleria di 20 star che sfoggiano in modo impeccabile i loro trikini.
A voi l’ardua scelta della migliore…