diredonna network
logo
Stai leggendo: Avril Lavigne in Lacrime: “Ho Rischiato di Morire per una Zecca”

Avril Lavigne in Lacrime: "Ho Rischiato di Morire per una Zecca"

Ospite del programma televisivo Good Morning America Show, la cantante ha raccontato della sua malattia e di essere finalmente sulla strada della guarigione.
Fonte: Web
Fonte: Web

Se qualcuno mi parla di Avril Lavigne non posso fare a meno di canticchiare mentalmente Complicated, canzone che ha letteralmente spopolato nel 2002. Il ritornello prende vita dentro di me e mi ritrovo ad intonare bofonchiando “why you have to go and make things so complicated? Life’s like this you. And you fall and you crawl and you break and you take what you get and you turn it into honesty“.

Complicated non è stato, comunque, l’unico successo della cantante. Chi di voi ragazze non ricorda ad esempio When you’re gone o I’m with you? State tranquille: ora smetto di canticchiare. Ma vi lascio immaginare il mio stupore quando Avril, all’apice del successo, è sparita per ben 3 anni. Molte le chiacchiere e le illazioni apparse in rete e sui social in questo periodofino a quando la cantante stessa è tornata a far parlare di sé.

Avril, infatti, ha rilasciato un’intervista esclusiva al talk show americano Good Morning America Show raccontando che l’assenza (forzata) è stata legata alla sua lotta contro la malattia di Lyme contratta nel 2012. Questa particolare infezione batterica, è dovuta ad un batterio che infesta le zecche, le quali possono trasmetterlo agli uomini e agli animali. La malattia le ha causato spossatezza, febbre, mal di testa e dolori muscolari. Se non curata a dovere, però, la malattia avrebbe potuto comportare persino problemi neurologici e disturbi cardiaci. Anni di sofferenza, quindi, per la cantante che ha dovuto affrontare cure invasive e pesanti.

Ma la Lavigne non si è arresa e ha rilasciato un’intervista pubblica per infondere coraggio anche ad altri pazienti nelle sue stesse condizioni. Queste le sue parole:

La diagnosi è arrivata a dicembre 2012: da allora sto vivendo una seconda vita. Sono circa a metà strada della cura. Quando sei un esperto, conosci la malattia a 360 gradi e riesci a riconoscere i suoi sintomi. Finalmente sto vedendo un sacco di progresso con la cura, e sono certa che guarirò al 100%. Ho tanta voglia di andare là fuori e veramente fare ciò che amo. Dopo questo, sono davvero grata ed emozionata dalla vita.

E non solo. Su Twitter la cantante ha postato anche un ulteriore messaggio sulla sua malattia: “Solo perché una cosa è difficile, non lasciare che vinca. Ascolta il tuo corpo. Il supporto è tutto, così come la ricerca, la conoscenza, e il medico giusto”. E proprio sullo stesso social nel 2012 Avril aveva accennato ai sui fan di avere dei problemi di salute con queste parole: “Non sto bene. Pregate per me”. Da allora, però, non si era saputo più nulla.

Un silenzio rotto nei giorni scorsi con una toccante intervista rilasciata in televisione. In lacrime, emozionata e molto scossa, la cantante ha raccontato che i medici avevano scambiato la malattia di Lyme per una forma depressiva e che per mesi non era stata curata nel modo adeguato. I sintomi della prima fase della malattia, infatti, assomigliavano a quelli di molti altri disturbi (tra i quali anche una possibile depressione) e giungere ad una diagnosi tempestiva non è stato affatto semplice.

Ma la buona notizia è che Avril Lavigne adesso sta meglio ed è sulla via di una completa guarigione. E noi le auguriamo di tornare presto a cantare grintosa come sempre, totalmente in salute. E come lei stessa ha dichiarato:

Sta iniziando il secondo capitolo della mia vita. Pensavo di morire e non è così. Adesso voglio solo tornare a fare ciò che mi piace.

In bocca al lupo Avril. Noi ti aspettiamo a braccia aperte.