diredonna network
logo
Stai leggendo: EXPO: La Nuova Gaffe che Scambia la Toscana per l’Emilia Romagna

Da Chiara Ferragni a Mila Kunis: brutta bestia l'invidia dei frustrati

Giurarsi amore eterno con gli anelli con le impronte digitali

Il capo lo manda a casa perché indossa i pantaloncini a lavoro: la risposta di questo ragazzo è semplicemente epica!

Arriva la notte di San Giovanni: 6 riti per trovare l'amore e scoprire chi sposerai

Il rimedio giusto all'allergia da fieno? È... il gin tonic! Lo dice la scienza

Meryl Streep: "Ho giurato che non avrei chiesto mai soldi a un uomo"

Oroscopo dal 22 al 28 giugno - Come sopravvivere alle stelle

Eros e Marica hanno ben due anniversari di nozze e... doppia dedica social

20 anni di Friends: per festeggiare arriva la maratona 24 ore al giorno

Indossa queste borse e ti sembrerà di essere in un cartone animato

EXPO: La Nuova Gaffe che Scambia la Toscana per l'Emilia Romagna

EXPO: una nuova gaffe, da prima elementare. Quella che sembrava l'ennesima bufala è realtà, ed è stata confermata dal direttore.
(foto: Web)
(foto: Web)

Ennesima figuraccia all’EXPO.
Nell’area dei ristoranti, tra i vari padiglioni, colpisce quello dedicato alla Toscana.
Sul cartellone si legge: “Toscana, i Borghi più belli d’Italia” e accanto sì la cartina con scritto Toscana, con però evidenziata in rosso l’Emilia Romagna.

La Toscana, insomma, per l’insegna di Expo è l’Emilia Romagna.

Un errore da prima elementare, che è stato immediatamente segnalato su una pagina facebook e in poche ore ha fatto il giro del web.
Qualcuno ha pensato ad una bufala, un fotomontaggio, ma il direttore del Club de I Borghi più belli d’Italia, Umberto Forte, ha confermato tutto a la Repubblica, spiegando però che la sua associazione non c’entra.

“L’errore è stato fatto da un grafico che sta lavorando per Eataly, oggi ho chiamato l’ufficio di Oscar Farinetti e mi è stato confermato. Noi non c’entriamo”.

Una gaffe che segue quella sulla cartellonistica di Expo Milano dove “buy your ticket” era diventato “but your ticket”.

Chi ben comincia…