diredonna network
logo
Stai leggendo: Allarme Terrorismo: “Non prendete la Metropolitana Il Primo Maggio”

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

La Balena Felice e la Pink Whale contro Blue Whale, il gioco del suicidio social

Maturità: 6 trucchi per ricordare quello che si studia

"Ho lasciato che mia figlia cambiasse sesso a 4 anni e ne sono felice": la storia di Kai e di mamma Kimberly

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Cristian Fernandez: il bambino che rischia l'ergastolo

Maturità 2017, ecco le date degli esami e cosa c'è da sapere

Tenta il suicidio l'ex che ha sfigurato Gessica Notaro con l'acido

Allarme Terrorismo: "Non prendete la Metropolitana Il Primo Maggio"

Napoli, Milano, Torino... sempre più frequenti le voci di un attentato in metropolitana durante la festività del primo maggio.
(foto: Web)
(foto: Web)

Un passaparola che sta viaggiando molto velocemente e ha diffuso un certo timore a Napoli, e non solo.
Tra i viaggiatori infatti corre voce che un uomo, di origine orientale, solito a frequentare la Linea 1 della metro partenopea, abbia confessato, ad un passante che lo ha aiutato a raccogliere dei fogli:

“Per ringraziarti ti avviso: non salire sulla Metro la mattina del Primo Maggio”.
La voce è arrivata persino alla Digos, che al momento la ritiene poco più di una bufala.

Storie simili vengono raccontate anche a Milano, e si passa dall’aver seriamente paura, perchè in fondo viviamo realmente in un mondo dove da un giorno con l’altro tutto può accadere e il terrorismo è reale, al rimandare queste notizie a bufale che circolano da anni su Whatsapp e altri social.

Anche la metropolitana di Torino è stata protagonista di una storia simile, arricchita dal dettaglio che il presunto musulmano avrebbe detto di essere a conoscenza di un attentato ma che non vi avrebbe partecipato.

Insomma.
Reale è la paura, purtroppo.
Questo dovrebbe allarmarci di più.
Non essere sicuri, nemmeno a casa propria.