diredonna network
logo
Stai leggendo: 20 curiosità che forse non sapevate su Audrey Hepubrn.

Come funziona la pianta mangiafumo?

"Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia": la forza dell'amore di quest'uomo

L'uomo affida messaggi d'amore in bottiglia al mare: va a finire così

Shannen Doherty, selfie con i capelli: "Mi sento di nuovo donna"

Greta e Marta, da "coppia d'oro" dello sport alle molestie fino all'accusa di stalking

Dimmi come porti la borsa e ti dirò chi sei

Oroscopo dal 17 al 23 agosto - Come sopravvivere alle stelle

Selenza Gomez: "Ero rotta dentro. Ecco come la terapia ha cambiato la mia vita"

J-Ax intervista Fedez: "Ho provato tutte le droghe, tranne l'eroina"

Quando Reeva scrisse a Pistorius: "A volte mi fai paura" e quelle parole di lui

20 curiosità che forse non sapevate su Audrey Hepubrn.

Venti curiosità sulla vita privata, i sogni e la carriera di una delle attrici più amate di sempre, diventata ormai leggenda e icona di stile ed eleganza.

 

  • Per disegnare il corpo della principessa Aurora, protagonista del film d’animazione “La bella addormentata nel bosco”, gli animatori di Walt Disney si ispirarono all’attrice
  • I compagni di stanza ricordano che nel suo armadio possedeva solo due camicie e due gonne, ma molti foulard e riusciva sempre ad essere estremamente elegante
  • Il fotografo Richard Avedon disse di lei: “Sono e sarò sempre sconvolto dalla presenza di Audrey Hepburn di fronte al mio obiettivo. Non mi è possibile migliorarla. E’ lei e basta, ed è sempre lì. Posso solo registrarla, non mi è possibile interpretarla. Non è possibile renderla superiore a ciò che lei è già. E’ come se fosse riuscita a realizzare in sè stessa il suo più perfetto ritratto.”
  • La sua fu un’infanzia difficile, segnata dall’abbandono del padre.

(foto:Web)
(foto:Web)

 

  • Amava la danza e aveva una particolare passione per i musical
  • Audrey era molto fragile sia fisicamente che psicologicamente
  • Passò alla storia come “diva con gli occhi da cerbiatta”
  • Truman Capote avrebbe voluto come protagonista principale del riadattamento del suo libro “Colazione da Tiffany” la bionda Marilyn Monroe, secondo lui più adatta ed estroversa della Hepburn.

 

(foto:Web)
(foto:Web)
  • Il meraviglioso abito da sera nero griffato Givenchy indossato da Audrey Hepburn nel film fu messo all’asta nel 2006 e venduto per 467.200 sterline (oltre 687.000 €). Attuamente si trova al Museo del Costume di Madrid.
  • Il suo provino per “Vacanze Romane” è diventato leggendario. Dopo aver provato su copione, mentre veniva ripresa, le fu detto che la scena era finita e che poteva rilassarsi. In realtà la cinepresa era ancora in funzione. La Hepburn, ignara, si alzò dal letto e sorridente ed emozionata chiese come era andata. Poco dopo si accorse che tutta la troupe la guardava silenziosamente e che le luci erano ancora accese. Dopo aver visto la reazione fresca e spontanea della giovane attrice, Wyler si convinse di aver trovato la sua Principessa Anna.
  • In una delle scene più famose, Joe, Anna e Irving visitano la Bocca della Verità. Il momento in cui Gregory Peck infila la mano nella bocca, facendo finta di averla persa, nascondendola nella giacca non era preventivata. Fu una trovata dell’attore che non aveva, però, avvisato la Hepburn. La reazione dell’attrice che possiamo vedere nel film, mentre grida e cerca di aiutare Peck è reale.
  • Ballò con Fred Astaire in “Cenerentola a Parigi” e per lei fu un sogno che si realizzò

 

(foto:Web)
(foto:Web)
  • Vinse 1 premio oscar come “Migliore attrice”. Un anno fu Grace Kelly a rubarle la statuetta. Vinse anche un premio umanitario postumo.
  • Nel 2001 le poste tedesche avevano in programma, nell’ambito di una serie dedicata al cinema, di emettere un francobollo dedicato all’attrice, il cui rilascio all’ultimo momento non venne tuttavia autorizzato dal figlio, perché quest’ultima vi compariva con una sigaretta in mano. Nonostante questo, alcuni francobolli entrarono in circolazione, dando origine a uno dei più noti casi filatelici dell’era dell’euro.
  • Poco tempo dopo la sua ultima apparizione cinematografica Audrey Hepburn fu nominata ambasciatrice speciale dell’UNICEF.
  • Nel settembre 1992, quattro mesi prima della sua morte, la Hepburn arrivò in Somalia dove disse di aver visto la situazione più difficile.

(foto:Web)
(foto:Web)

 

  • Ebbe quattro aborti spontanei, uno in seguito ad una caduta da cavallo durante la lavorazione del film Gli inesorabili. 
  • Aveva un cerbiatto come animale domestico, fu un regalo di Ferrer suo primo marito con il quale ebbe due figli.
  • Si sposò una seconda volta con lo psichiatra Andrea Dotti dal quale ebbe altri due figli.
  • Nel 1992 le fu diagnosticato un tumore al colon. Morì pochi mesi dopo.