diredonna network
logo
Stai leggendo: I Baci del Cane Fanno Bene Alla Nostra Salute

Perché i panda hanno le macchie e le zebre hanno le strisce?

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

Il Paese più felice del mondo non è più la Danimarca? E l'Italia a che posto è?

Equinozio di Primavera: perché era ieri e 5 rituali magici per godere dei suoi influssi

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

I Baci del Cane Fanno Bene Alla Nostra Salute

I baci dei nostri amici a 4 zampe sono un vero toccasana per la nostra salute: ecco lo studio che può confermarlo e farceli amare ancora di più!
(foto: Web)

Farsi baciare dal proprio cane potrebbe essere un toccasana.
I microbi contenuti nell’intestino del cane infatti hanno un effetto come probiotici sul nostro organismo, e in questo modo si rafforzano le difese immunitarie che migliorano l’aspetto e il benessere psico-fisico.

Proprio come lo yogurt, giusto per fare un esempio alimentare.

Questa l’ipotesi di alcuni studenti dell‘Università dell’Arizona che stanno analizzando diversi volontari ultra50enni e il loro rapporto a stretto contatto con un cane, per almeno 3 mesi.

“Pensiamo che i cani potrebbero funzionare come probiotici per migliorare la salute dei batteri che vivono nel nostro intestino. All’insieme di questi batteri, detto “microbiota”, è sempre più riconosciuto un ruolo essenziale per la nostra salute mentale e fisica , soprattutto con l’avanzare dell’età”

queste le parole di Charles Raison, il dottore a capo dei ricercatori.

Ai partecipanti dello studio vengono fatti tre controlli con metodi non invasivi, per valutare i cambiamenti nella flora intestinale e altri indicatori di benessere psico-fisico sia per il cane che del padrone.

Le spese veterinarie e per il cibo sono a carico dei ricercatori e trascorsi i tre mesi sarà possibile adottare anche il cane con il quale si condivide l’esperimento.

 

Evviva i nostri amici a 4zampe!