diredonna network
logo
Stai leggendo: Il Lavoro dei Sogni: Il Coccolatore di Gatti

Arriva la lingua di gomma per leccare il gatto. Ma la cosa incredibile è un' altra

Perde il figlio e costruisce un rifugio per gatti in sua memoria. La storia di Chris

In Italia esiste il "paese dei gatti": siete curiose di sapere dov'è?

Cane coraggioso salva la sua amica ferita dai binari ferroviari

7 scarpe che dovreste comprare durante i saldi (perché saranno di moda anche l'anno prossimo)

Chiara Ferragni è incinta! Lo scherzo di Fedez alla "suocera" in un video

Sesso anale, la dottoressa De Mari: "Si pratica nelle iniziazioni sataniche. L'omosessualità non esiste"

Inchiesta choc: "Ecco chi sono gli oltre 200 religiosi pedofili in Italia" che continuano a fare i preti

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Il Lavoro dei Sogni: Il Coccolatore di Gatti

Coccolare i gatti: Il lavoro dei sogni di tutti i gattofili del mondo ora è realtà! Ecco come è possibile essere pagati per fare le coccole ai mici.
(foto: Web)

Gli inglesi sono sempre piuttosto folli, ma a loro modo anche innovativi.
L’ultima novità però è davvero fuori dal comune: il lavoro del futuro infatti pare essere quello di “coccolatore di gatti”.

(Sento già urlare la maggior parte di voi dalla gioia).
A New Castle non è affatto difficile sfogliare annunci di lavoro e trovare offerte per questo mestiere… essere pagati per fare le fusa ai mici!
Sicuramente il lavoro dei sogni di tutti i gattofili del mondo.

L’offerta di lavoro arriva direttamente da un rifugio per gatti della città britannica: chi è disposto a coccolare gatti è il benvenuto.

Come si può immaginare la richiesta è altissima ma uno dei principali problemi che limita l’adozione dei gatti è la scarsa predisposizione dei piccoli esemplari all’uomo, poiché spesso cresciuti in colonie feline, mostrano atteggiamenti aggressivi quando si approcciano per la prima volta agli esseri umani.

Paul Black, responsabile del gattile, spiega:

“Se si perde quella finestra d’opportunità e i gatti non vengono estensivamente esposti all’uomo entro l’anno, diventano selvatici o semi-selvatici. E più adulti diventano, più difficile è l’addomesticamento”.

Se amate i gatti cercate maggiori informazioni, spedite il vostro curriculum e preparate la valigia!