diredonna network
logo
Stai leggendo: È in Arrivo il Traduttore di Miagolii dei Gatti

Perché i panda hanno le macchie e le zebre hanno le strisce?

WhatsApp: ecco come inviare messaggi vocali anche a chi non può ascoltarli

Selfie con il morto: "With me", l'app che ti permette di essere accanto a chi non c'è più

Nokia 3310, ecco il nuovo modello del cellulare della nostra adolescenza e sì, c'è anche Snake

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

È in Arrivo il Traduttore di Miagolii dei Gatti

Capire il vostro gatto da oggi è possibile? La tecnologia permette sempre più a gatti e persone di capirsi, ma è davvero così positivo?!
(foto: Web)

Come capire il nostro felino del cuore?!
Capita che lui ti fissi e inizi a miagolare intensamente e voi non capite cosa può essere successo.
Ecco che è in arrivo il traduttore simultaneo di miagolii.
Proprio così, si chiama Meowlingual Cat Translation Device ed è uno speciale traduttore inventato in Giappone (come sempre, le creazioni più strambe arrivano sempre da lì), in grado di decifrare 6 diversi tipi di umore del gatto e riconoscere ben oltre 200 miagolii diversi.

Il traduttore è anche molto carino da vedersi e puoi sceglierlo in colore rosa, bianco o nero.
Ovviamente prima di acquistarlo dovresti imparare il giapponese.

Ma Meowlingual Cat TD non è l’unica possibilità di imparare a capire meglio il vostro gatto.
Esiste infatti un’app per iPhone e Andorid, Ciao-Miao, che traduce le nostre frasi nel linguaggio dei gatti, attraverso 175 miagolii.

I giudizi sull’app sono contrastanti. C’è chi giura sulla sua efficacia ma c’è anche chi la ritiene inutile ed anzi anche dannosa.

Anche i creatori infatti hanno confermato che spesso le voci tradotte dal software possono risultare aggressive o creare ansia all’animale.
Meglio qualche fusa e un po’ di coccole no?!