diredonna network
logo
Stai leggendo: È in Arrivo il Traduttore di Miagolii dei Gatti

Come in "Ritorno al futuro": le scarpe che si allacciano da sole

Cane coraggioso salva la sua amica ferita dai binari ferroviari

Arriva Kissenger: quando per baciarsi basta un'app

Arriva la lingua di gomma per leccare il gatto. Ma la cosa incredibile è un' altra

7 motivi per cui Happn è la migliore app di incontri nella vita reale

8 motivi per scaricare PNP, l'app che fa parlare i bambini (e i grandi) con Babbo Natale

Perde il figlio e costruisce un rifugio per gatti in sua memoria. La storia di Chris

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

È in Arrivo il Traduttore di Miagolii dei Gatti

Capire il vostro gatto da oggi è possibile? La tecnologia permette sempre più a gatti e persone di capirsi, ma è davvero così positivo?!
(foto: Web)

Come capire il nostro felino del cuore?!
Capita che lui ti fissi e inizi a miagolare intensamente e voi non capite cosa può essere successo.
Ecco che è in arrivo il traduttore simultaneo di miagolii.
Proprio così, si chiama Meowlingual Cat Translation Device ed è uno speciale traduttore inventato in Giappone (come sempre, le creazioni più strambe arrivano sempre da lì), in grado di decifrare 6 diversi tipi di umore del gatto e riconoscere ben oltre 200 miagolii diversi.

Il traduttore è anche molto carino da vedersi e puoi sceglierlo in colore rosa, bianco o nero.
Ovviamente prima di acquistarlo dovresti imparare il giapponese.

Ma Meowlingual Cat TD non è l’unica possibilità di imparare a capire meglio il vostro gatto.
Esiste infatti un’app per iPhone e Andorid, Ciao-Miao, che traduce le nostre frasi nel linguaggio dei gatti, attraverso 175 miagolii.

I giudizi sull’app sono contrastanti. C’è chi giura sulla sua efficacia ma c’è anche chi la ritiene inutile ed anzi anche dannosa.

Anche i creatori infatti hanno confermato che spesso le voci tradotte dal software possono risultare aggressive o creare ansia all’animale.
Meglio qualche fusa e un po’ di coccole no?!