diredonna network
logo
Stai leggendo: Quadri Per Non Vedenti, l’Arte diventa davvero di Tutti

Quel "signora, ha goduto?" quando 5 uomini stuprarono Franca Rame

Gianna Nannini sposa la compagna e se ne va: "L'Italia non mi tutela come mamma"

Le parole erotiche di Frida Kahlo al marito e all'altro, il grande amore segreto

J. Madison Wright, l'attrice che morì a 21 anni di ritorno dalla luna di miele

Angelina Jolie e il divorzio: "Bisogna piangere sotto la doccia, non davanti ai figli"

Saldi aerei? Di più: "Vi pagheremo per volare con noi"

Borse con frange: i modelli da avere e le anticipazioni per l'autunno/inverno 2017!

La mamma discute la tesi del figlio morto pochi giorni prima

La ricetta più speciale di Chef Alessandro Borghese per un matrimonio perfetto

Oroscopo dal 27 luglio al 2 agosto - Come sopravvivere alle stelle

Quadri Per Non Vedenti, l'Arte diventa davvero di Tutti

A Madrid la prima mostra di quadri famosi creata per non vedenti: in questo modo l'arte diventa davvero per tutti.
(foto: Web)
(foto: Web)

Al Museo Prado di Madrid, da circa tre settimane, esiste una mostra intitolata “Hoy toca el Prado”, ovvero “Oggi tocca il Prado” una vera innovazione e l’arte diventa in questo modo davvero di tutti.
In questa mostra infatti ci sono sei famosissimi quadri stampati in 3D in modo che possano essere toccati e di conseguenza immaginati dalle persone non vedenti.
I quadri sono le copie di Noli me tangere, del Correggio, La fucina di Vulcano di Velázquez, Il parasole di Goya, Il gentiluomo dalla mano sul petto di El Greco e Natura morta con carciofi, fiori e recipiente in vetro di Van der Hamen e La Gioconda di Leonardo da Vinci.

(foto: Web)
(foto: Web)

Tutti questi quadri hanno uno spessore di 6 millimetri al massimo e si trovano su dei ripiani declinati.
In questo modo, attraverso il tatto, vengono letti dalle persone non vedenti e anche le didascalie sono ovviamente composte in braille.
Ai partecipanti viene fornita un’audioguida che spiega quali parti del quadro toccare per capire al meglio la rappresentazione.
Un’idea davvero innovativa e geniale, affinché l’arte possa essere un dono per tutti.

“Hoy toca el Prado” è stata realizzata in collaborazione con l’Organización nacional ciegos españoles, un’agenzia governativa che si occupa di iniziative per i ciechi.

 

(foto: Web)
(foto: Web)