diredonna network
logo
Stai leggendo: Quadri Per Non Vedenti, l’Arte diventa davvero di Tutti

Sesso anale, la dottoressa De Mari: "Si pratica nelle iniziazioni sataniche. L'omosessualità non esiste"

Inchiesta choc: "Ecco chi sono gli oltre 200 religiosi pedofili in Italia" che continuano a fare i preti

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

Ecco perché migliaia di ovetti sorpresa sono naufragati su questa spiaggia tedesca

I tweet scioccanti dell'ex ragazzo della terza C

Grazia per Jacqueline, la donna che uccise il marito che la picchiava e violentava le figlie

Grey's Anatomy: nuove stagioni già in programma?

Quando (e dove) ci dà fastidio essere toccati: le zone off-limits del nostro corpo

Quadri Per Non Vedenti, l'Arte diventa davvero di Tutti

A Madrid la prima mostra di quadri famosi creata per non vedenti: in questo modo l'arte diventa davvero per tutti.
(foto: Web)

Al Museo Prado di Madrid, da circa tre settimane, esiste una mostra intitolata “Hoy toca el Prado”, ovvero “Oggi tocca il Prado” una vera innovazione e l’arte diventa in questo modo davvero di tutti.
In questa mostra infatti ci sono sei famosissimi quadri stampati in 3D in modo che possano essere toccati e di conseguenza immaginati dalle persone non vedenti.
I quadri sono le copie di Noli me tangere, del Correggio, La fucina di Vulcano di Velázquez, Il parasole di Goya, Il gentiluomo dalla mano sul petto di El Greco e Natura morta con carciofi, fiori e recipiente in vetro di Van der Hamen e La Gioconda di Leonardo da Vinci.

(foto: Web)

Tutti questi quadri hanno uno spessore di 6 millimetri al massimo e si trovano su dei ripiani declinati.
In questo modo, attraverso il tatto, vengono letti dalle persone non vedenti e anche le didascalie sono ovviamente composte in braille.
Ai partecipanti viene fornita un’audioguida che spiega quali parti del quadro toccare per capire al meglio la rappresentazione.
Un’idea davvero innovativa e geniale, affinché l’arte possa essere un dono per tutti.

“Hoy toca el Prado” è stata realizzata in collaborazione con l’Organización nacional ciegos españoles, un’agenzia governativa che si occupa di iniziative per i ciechi.

 

(foto: Web)