diredonna network
logo
Stai leggendo: Figlia di Whitney Houston Morirà Lo Stesso Giorno della Madre

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

Il Paese più felice del mondo non è più la Danimarca? E l'Italia a che posto è?

Disegna il tuo papà!? Il risultato è sorprendente (e dolcissimo)

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Divorziano dopo 19 anni: lui le invia questi fiori con questo biglietto

Dal satanismo al sesso: la bufala dei messaggi subliminali di Art Attack

Questa è la proposta di matrimonio più bella del mondo

Selfie con il morto: "With me", l'app che ti permette di essere accanto a chi non c'è più

Figlia di Whitney Houston Morirà Lo Stesso Giorno della Madre

Oggi la figlia di Whitney Houston morirà, nell'anniversario della morte della madre. Un tragico scherzo del destino, per due donne, madre e figlia, con lo stesso desiderio di essere amate.
(foto: Web)

Destino crudele.
La figlia di Whitney Houston, Bobbi Kristina Brown, è stata ricoverata per overdose di farmaci.

La sua vita finirà oggi, l’11 febbraio, lo stesso giorno della morte di sua madre.

I parenti della ragazza hanno infatti deciso di staccare la spinta proprio il giorno dell’anniversario della morte di Whitney, trovata senza vita nella vasca da bagno del Beverly Hilton Hotel tre anni fa.

A suggerire la fatidica data è stata la nonna di Bobbi Cissy Houston.

Già settimana scorsa i medici avevano consigliato ai parenti di praticare l’eutanasia, ma la famiglia aveva atteso sperando in un miglioramento che purtroppo non è mai arrivato.

Pare che l’overdose di Bobbi Kristina sia stata causata dal marito, ora indagato per capire le sue responsabilità. Sul corpo della ragazza sono state ritrovate ferite e lesioni e negli ultimi tempi, raccontano gli amici, i due avevano molti problemi.
Una morte causata dal rifiuto di un grande amore, dal desiderio di essere accettate e protette da uomini troppo piccoli per essere definiti tali.