diredonna network
logo
Stai leggendo: Clio Make Up Risponde a Veronesi che la Chiama “Cicciona”: “Meglio Ciccia Che Stronza”

La sua foto è in prima pagina con la scritta "Invasione straniera": lei, italiana, risponde così

Gli uomini preferiscono le donne formose. Ecco perché!

Come funziona la pianta mangiafumo?

"Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia": la forza dell'amore di quest'uomo

L'uomo affida messaggi d'amore in bottiglia al mare: va a finire così

Shannen Doherty, selfie con i capelli: "Mi sento di nuovo donna"

Greta e Marta, da "coppia d'oro" dello sport alle molestie fino all'accusa di stalking

Dimmi come porti la borsa e ti dirò chi sei

Oroscopo dal 17 al 23 agosto - Come sopravvivere alle stelle

Selenza Gomez: "Ero rotta dentro. Ecco come la terapia ha cambiato la mia vita"

Clio Make Up Risponde a Veronesi che la Chiama "Cicciona": "Meglio Ciccia Che Stronza"

Il regista Veronesi "scherza" parlando di Clio Make-Up: "Una Cicciona che fa cosa?!". Dura la risposta della youtuber makeupartist e delle fan (compreso il team di Roba da Donne)
(foto: Web)
(foto: Web)

Una polemica che ci ha colpite molto.

Un po’ perchè, nel nostro piccolo, cerchiamo sempre tramite gallery, articoli e curiosità varie di promuovere uno stile di vita sano, di far sentire ogni donna bella nella sua unicità, senza dipendere dai numeri che compaiono sulla bilancia;

Un po’ perchè Clio è nostra Amica.

Già anni fa l’avevamo intervistata chiedendole il segreto del suo grande successo e cercando di scoprire di più sulla sua vita privata.

Clio a noi sta simpatica e la troviamo davvero bellissima.

Ma non prendiamo una posizione solo su questa base personale.

Anche ragionando oggettivamente, seguendo la testa e non il cuore, le parole del regista Giovanni Veronesi contro Clio ci hanno ferito e non possiamo fare finta di niente.
È nota ormai a molti la notizia che il regista, durante una nota trasmissione radio, ha definito la giovane youtuber-makeupartist come una “Cicciona”.
Proprio così.
Sembra uno scherzo di cattivo gusto invece è esattamente la realtà dei fatti.
Non sappiamo bene se Veronesi tentasse in questo modo di sembrare spiritoso, il che denoterebbe un humor sterile e poco intelligente, ma rivolgendosi in quel modo a Clio si è scatenata una polemica infinita alla quale anche noi vogliamo far parte.
E parlando di “parte”, naturalmente da quella di Clio Zammatteo.

Le fans su Twitter e Facebook si sono scatenate e Veronesi, come uno struzzo che nasconde la testa sotto la sabbia, ha bloccato sia Clio che le sue fans su tutti i social network per evitare di parlarne.

Durante la diretta di Radio2 si sente il regista dire queste parole:

“ah, Clio Make Up, non sapevo neanche chi fosse, è una cicciona che fa…?”

Clio però, con la forza e l’ironia che la contraddistingue, non attende a rispondere a tono.
La replica è quasi immediata.
Clio consiglia al regista di uscire dallo studio ogni tanto e di aggiornarsi su internet e i nuovi fenomeni, come gli youtuber. Inutile parlare di “giovani” se non si conosce l’ABC del mondo web in pieno sviluppo.

È facile deridere una persona che non si conosce e dalla cui storia si potrebbe avere qualcosa da imparare e parte l’hashtag #forseciccionamasicuramentenonstr0nza‬.

Veronesi ha cercato di scusarsi ufficialmente, citando anche una frase insegnatogli dalla madre:

“Ogni volta che si parla con una donna, in primo luogo bisogna chiedere scusa!”

Ennesima uscita ricca di sarcasmo?!
Non sappiamo.

Sicuramente però possiamo immaginare che una Madre, nel sentire certe parole dalla bocca del figlio rivolte verso una giovane donna, sentirà di aver sbagliato qualcosa.