diredonna network
logo
Stai leggendo: Emma Marrone Anti-Crisi, Rinuncia al Cachet Sanremo per Più Soldi allo Staff

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

La vampiretta è arrivata: per Nikki Reed e Ian Somerhalder è tempo di coccole

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

"A quando le nozze? E i figli?": la risposte di Fedez e Chiara in diretta

Chiara Ferragni: "Io e Fedez, diversi, ma siamo la cosa più bella che ci sia"

Come funziona la pianta mangiafumo?

"Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia": la forza dell'amore di quest'uomo

Melinda Gates: "Perché dobbiamo sostenere e pretendere il controllo delle nascite"

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Il tema del Met Gala 2018 è davvero molto molto controverso

Emma Marrone Anti-Crisi, Rinuncia al Cachet Sanremo per Più Soldi allo Staff

Emma Marrone fa una scelta anti-conformista e decide di rinunciare al suo cachet in favore del suo staff.
(foto: Web)
(foto: Web)

Una scelta unica, che evidenzia il grande carattere della cantante Emma Marrone, prossima valletta insieme ad Arisa al Festival di Sanremo.
Emma ha deciso di rinunciare al suo cachet e farsi pagare semplicemente con un “rimborso spese” e avere così la possibilità di non tagliare i compensi agli addetti ai lavori.

Subito il web, l’opinione pubblica e tutte le persone che lavorano alla kermesse canora hanno simpatizzato e sostenuto l’iniziativa della cantante pugliese, già vicina al pubblico (soprattutto femminile) per le sue sfortunate vicende in amore.

La Marrone salirà sul palco sanremese ricevendo solo un rimborso spese per retribuire lo staff (cinque persone) che la seguirà prima e durante il Festival. Una cifra che oscillerebbe tra i 60 ed i 70mila euro.

La Marrone sente comunque che una possibilità come Sanremo è un investimento personale, anche perchè il nuovo album sta per uscire.
Una ragazza rimasta con i piedi per terra, questa volta davvero, non come tutti gli altri che si vantano di essere gli stessi di sempre per poi trasformarsi in star capricciose.

Brava Emma.