diredonna network
logo
Stai leggendo: Coat to Coat: come scegliere il cappotto

Blu Niagara, il colore dei matrimoni e della primavera 2017

5 modi per avere vestiti nuovi senza spendere un capitale

Perché questo abito di Primark è in vendita su Ebay al doppio del suo prezzo

Motivi primavera/estate 2017: nuova linea e capsule collection ispirata a Coachella!

Costumi Goldepoint 2017: sfilata e collezione dalle atmosfere seventies

Tempo di togliere i collant, non le calze a rete: come abbinarle

"Ieri mi ha detto che sono bellissima": la lettera della moglie malata al marito

Vampiri energetici: come riconoscerli e imparare a difenderti da loro

La maledizione della lotteria: "Ero più felice prima di vincere al Gratta e Vinci"

"Quando me ne sarò andato": questo padre ha lasciato a suo figlio un messaggio lungo tutta una vita

Coat to Coat: come scegliere il cappotto

Il freddo è ormai arrivato quasi in tutta Italia e finalmente possiamo tirare fuori dall'armadio il capo invernale per eccellenza: il cappotto.Un must have della stagione fredda che sarà lieto di abbracciarci in assenza dei nostri uomini.

Dite la verità, non vedevate l’ora di riporre nell’armadio le tanto amate giacche in pelle di quest’anno per tirare fuori il vostro caldo cappotto! Io lo ammetto!! Per questo autunno inverno 2012-2013 il cosiddetto paltò risulta essere uno dei must have prediletti. Max & Co ne aveva già creato, dall’anno scorso, una linea a parte dalla solita collezione e addirittura un catalogo separato chiamata “Il mio cappotto” (cosa che ovviamente mantiene anche attualmente). La campagna pubblicitaria di Louis Vuitton invece lo rende completamente protagonista sulle spalle di signore di un’altra epoca ma non meno glamour di oggi. Caldi, avvolgenti e comodi, perché no?! Il bello è che se ne trovano per tutti i gusti: dai tagli maschili (altro trend di stagione), stile militare, in colori pastello, tweed e pied de poule, con dettagli animalier, colorati ma da signorina per bene ed infine il classico cammello. Quasi tutti molto eleganti ma questo non è vincolo, basta sdrammatizzare con biker boots, pantaloni over e shopping bag! Rispetto agli anni scorsi diventano più lunghi e prendono un po’ di volume, alcuni sono addirittura “oversize” e non sono dedicati solo alle curvy!  Il low cost, ovviamente, è andato di pari passo alle passerelle. Zara offre una vasta scelta di cappotti, in diversi colori e stili inserendone una sua personale chicca: gli inserti in pelle; Stradivarius invece dà spazio alle mantelle, altro trend tornato alla ribalta. Ma come scegliere qual è il cappotto giusto per voi? Ecco alcune dritte!

ALTEZZA E FISICO IMPORTANTE: se avete gambe molto lunghe e spalle larghe il cappotto, di un taglio non troppo attillato, è perfetto con gonne e pantaloni a tubo o a matita.

PICCOLE E MINGHERLINE: il cappotto perfetto per voi è quello a tre quarti, non troppo lungo quindi, aderente e magari con taglio in vita che dà un po’ di volume ai fianchi.

CORPORATURA ED ALTEZZA MEDIA: le fortunate che possono vantare un fisico “normale” sono altrettanto fortunate nella scelta dell’abbigliamento, soprattutto per quanto riguarda il cappotto. Gli sta bene quasi tutto.

Inutile dire che, anche il cappotto, va scelto secondo il proprio stile e personalità e se ne avete molti, la mattina anche in base all’umore quindi…sbizzarritevi con forme e colori e come dice la direttrice di Vogue Giappone, Anna Dello Russo: INDOSSA UN CAPPOTTO COME FOSSE UN ABITO!

1. H&M, 2. Luisa Spagnoli, 3. Koan by Coin, 4. Blugirl, 5. Mango, 6. Max & Co, 7. Isabel Marant, 8. Max & Co